Reti Wi Fi a rischio di attacco hacker, ora spunta anche il wardriving

Attenzione a questa nuova pratica illegale degli hacker.

di , pubblicato il
Attenzione a questa nuova pratica illegale degli hacker.

Ecco che ne spunta un’altra, il wardriving, termine che indica l’azione di spostarsi in auto alla ricerca di reti wi fi non protette. Insomma, se la rete di casa vostra non è adeguatamente protetta ci sono dei malintenzionati che girano in auto per sfruttarne la vulnerabilità. Al di là dell’azione in sé, ossia questa del girare in auto, che può sembrare una trovata atta solo a coniare un nuovo termine, il rischio derivante da wi fi non protetti è molto pericoloso.

Wi fi a rischio, cosa fare?

Cosa sia questo wardriving e in che modo riescano a entrare nelle nostre connessioni crediamo che ai più poco interessi, quello che invece a tutti preme è capire cosa essi realmente fanno. Questi hacker provano ad intercettare e decodificare parametri come il codice identificativo della rete, le chiavi di cifratura e naturalmente la password. E quando sentiamo parlare di password, ecco che tutti ci terrorizziamo.

Questi wardriving, ovvero coloro che girano per le città in cerca di reti wireless vulnerabili, possono avere doversi obiettivi, il più preoccupante è sicuramente quello relativo al furto dei dati di accesso all’home banking. Come proteggersi quindi contro questa nuova pratica? Gli esperti di Panda Security suggeriscono 5 azioni per difendersi da questo tipo di attacchi:

1 – Per prima cosa è consigliabile attivare un sistema di crittografia e quindi di un protocollo di sicurezza tra quelli disponibili per la propria rete (Wpa e Wpa2 o Wep).
2 – Cambiare la password predefinita del router, impostando l’autenticazione a due fattori, se possibile.
3 – Impostare una seconda rete Wi Fi per permettere ad amici e parenti di navigare su quella e non sulla nostra.
4 – Ricorrere a un firewall per protegere l’access Point e un Vpn per proteggere rete e dispositivi ad essi connessi.


5 – Installare sempre gli aggiornamenti disinibii per rimanere sempre al passo con le ultime patch di sicurezza.

Potrebbe interessarti anche Acer sotto attacco hacker per vulnerabilità di Exchange, il riscatto è di 50 milioni

Argomenti: ,