Recensione Lumia 830: l’ultimo dei Nokia

Lumia 830 è uno smartphone di fascia media, uno degli ultimi brandizzati Nokia: scopriamone pro e contro in questa recensione.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Lumia 830 è uno smartphone di fascia media, uno degli ultimi brandizzati Nokia: scopriamone pro e contro in questa recensione.

Fa un certo effetto pensare che quello che si ha in mano è uno degli ultimi modelli – insieme al Lumia 735 – che mostrano il brand Nokia, ma fa piacere pensare che il Lumia 830 non delude chi si aspetta uno smartphone di fascia media che rispecchia tutte le caratteristiche che dovrebbe avere uno smartphone di fascia media. I suoi principali punti di forza sono il design, l’autonomia e il comparto fotografico. La nota stonata è il prezzo di lancio, forse troppo alto rapportato alla qualità di un device uscito verso la fine del 2014, ma possiamo tirare un sospiro di sollievo oggi pensando che si può acquistare a molto meno nei principali negozi online. Andiamo quindi a spiegare com’è fatto Lumia 830 in questa breve recensione.  

Design

L’unione di policarbonato e alluminio fornisce un effetto visivo e tattile piacevole: gli spigoli leggermente arrotondati, la lieve sporgenza della fotocamera posteriore per nulla fastidiosa e un peso (150 grammi) che non si fa sentire come ci si aspetterebbe a una prima impressione fornisce a questo dispositivo un aspetto estetico molto piacevole e un livello ergonomico rassicurante ed efficace. Lumia 830 misura 139,4 millimetri di altezza, 70,7 mm di larghezza e 8,5 mm di spessore. Simile al 735 dal punto di vista dimensionale, ma più sottile del top Lumia 1020. L’efficace distribuzione dei materiali e la qualità costruttiva ci regalano un dispositivo che esteticamente non delude affatto e che preso in mano non dà alcun dispiacere.  

Display

Lumia 830 vanta un display da 5 pollici IPS LCD con risoluzione 1280×720 pixel e densità di 294ppi. Protetto da vetro Gorilla Glass 3, il pannello di questo smartphone è di una qualità più che discreta, garantendo un’efficace resa dei colori, una buona luminosità generale utile per la lettura in esterno, angoli di visione piuttosto buoni per l’inquadramento dello schermo anche quando viene inclinato. La schermata Glance è il surplus di questa componente del Lumia 830, visto che ci consente di visualizzare velocemente e facilmente informazioni quali notifiche, meteo e calendario quando lo smartphone è in stand-by e il display spento.  

Prestazioni

Il cuore di Lumia 830 è rappresentato dal processore Qualcomm Snapdragon 400 quad core da 1.2 GHz, coadiuvato da GPU Adreno 305 e da 1 GB di RAM. La memoria interna da 8 GB è espandibile tramite microSD, mentre il sistema operativo è Windows Phone 8.1. Le prestazioni di Lumia 830 non deludono affatto se pensiamo che abbiamo in mano uno smartphone di fascia media. Dotato di connettività LTE e con un’autonomia discreta di cui parleremo dopo, Lumia 830 tende a rallentare solo nel caricamento di pagine pesanti aperte da Internet Explorer, mentre la resa dei giochi, soprattutto di quelli che richiedono specifiche avanzate, non è sempre eccellente. Il vero problema di Lumia 830 quando si parla di prestazioni è dato dalla povertà del Windows Phone Store, che si avvale di un ampio e interessante bagaglio di giochi ma al tempo stesso offre un corredo applicazioni che sembrano fuoriuscire da uno store cinese. Probabilmente si parlava in questi termini anche dello store Android prima che diventasse quello che è, quindi, invece di sparare sulla croce rossa, meglio dare tempo al tempo e aspettare momenti migliori. Lumia 830, comunque, in quanto a prestazioni risulta molto efficiente e utilizzabile anche sotto sforzo. Non esagerate, però.  

Fotocamera

Il comparto fotografico del Lumia 930 è sicuramente uno dei principali punti di forza di questo smartphone, tenendo sempre presente che si parla di un device di fascia media. Inutile fare confronti con la qualità delle immagini proposte ad esempio da un Lumia 1020, dal quale Lumia 830 ne esce ovviamente sconfitto nell’eventualità in cui i due dispositivi scattino foto in condizioni non proprio perfette. Lo smartphone di cui stiamo parlando in questa recensione vanta una fotocamera posteriore da 10 megapixel con sensore BSI, tecnologia PureView, ottica Carl Zeiss e (udite udite) stabilizzatore ottico d’immagine. Ciò significa che la qualità delle immagini riprese in condizioni in cui la luminosità non è eccelsa è maggiormente garantita, ma allo stesso tempo la fotocamera del Lumia 830 non può essere pensata per scattare immagini di tutti i giorni. Sembra che con questo device Nokia abbia voluto regalare una fotocamera top a chi può permettersi solo uno smartphone di fascia media. A completare il comparto fotografico ci pensa poi il corredo di applicazioni di Nokia Camera. Insomma, la qualità delle immagini è assicurata, un po’ meno quella dei video, che purtroppo non riesce a realizzare inquadrature ottimali in ambienti poco illuminati o in scenari notturni.  

Autonomia

Lumia 830 si compone di una batteria da 2200 mAh che garantisce un’autonomia di circa 12-13 ore. Ci sono tuttavia alcune funzioni e supporti che influiscono sulla durata dell’autonomia: tra questi la già citata schermata Glance, che pesa un pochino in termini di consumo energetico. La buona notizia è che non dovrete vedervi costretti a ricaricarlo all’ora di pranzo, perché lo smartphone arriverà tranquillo fino a sera. Insomma, nel complesso l’autonomia di Lumia 830 risulta più che buona.  

Conclusioni

Lumia 830 è un ottimo smartphone per chi desidera un device che non sia il top dei top ma nemmeno un entry level da utilizzare solo sporadicamente. Passato un po’ di tempo dall’uscita sul mercato, oggi è possibile acquistare questo device a molto meno dei 399 euro richiesti al lancio. E periodicamente, scandagliando offerte e promozioni in giro per il web, l’acquisto di Lumia 830 potrebbe rivelarsi un vero e proprio affare.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lumia 830