Recensione iPhone 5S: vantaggi e svantaggi

iPhone 5S è giunto in Italia e noi non potevamo mancare l'appuntamento con questa recensione che si occuperà di analizzare il nuovo device Apple sotto ogni aspetto. La domanda, alla fine, resta una sola: vale la pena acquistare iPhone 5S? Il giudizio spetta a voi: nel frattempo, leggetevi questa recensione di iPhone 5S.

di Daniele Sforza, pubblicato il
iPhone 5S è giunto in Italia e noi non potevamo mancare l'appuntamento con questa recensione che si occuperà di analizzare il nuovo device Apple sotto ogni aspetto. La domanda, alla fine, resta una sola: vale la pena acquistare iPhone 5S? Il giudizio spetta a voi: nel frattempo, leggetevi questa recensione di iPhone 5S.

iPhone 5S è sbarcato finalmente in Italia e già diversi utenti lo hanno in mano: quello che emerge dalla loro prima impressione è generalmente un po’ di delusione. Vale la pena acquistarlo? Il prezzo dell’iPhone 5S è decisamente ingente rispetto alle sue caratteristiche e noi ci troviamo abbastanza d’accordo, nel senso che chi possiede un iPhone 5, può anche tranquillamente aspettare l’arrivo dell’iPhone 6. Sarebbe però ingiusto chiudere qui la questione, visto che l’iPhone 5S merita una recensione completa e dettagliata che lo analizzi sotto ogni aspetto. Le novità ci sono e non sono poche e nel complesso, a nostro modo di vedere, il risultato finale risulta essere molto buono. Scopriamo iPhone 5S con questa recensione. 

 

LEGGI ANCHE

iPhone 5S e 5C in abbonamento: le tariffe TIM

iPhone 5S e 5C con Vodafone: tutte le offerte

Come acquistare iPhone 5S e 5C con 3 Italia

 

Recensione iPhone 5S: design

iPhone 5S non sfigura affatto sotto l’aspetto estetico. Intendiamoci, le differenze con iPhone 5 sono veramente poche, ma a brillare sono le nuove colorazioni: non tanto il bianco, che rimane piuttosto immutato, quanto il nero, rivisto nelle sfumature grazie a un alluminio più chiaro, e l’oro naturalmente, che strizza l’occhio a un target di utenti più trendy, ma che comunque risalta favorevolmente. 

Vetro e alluminio hanno preso il posto della plastica e compongono in maniera pressoché perfetta l’iPhone 5S. Questo device, come il modello precedente, si distingue per un minimalismo assolutamente funzionale, che comunica sensazioni di robustezza e solidità. 

A trarne vantaggio è naturalmente anche il livello ergonomico, decisamente ottimo. iPhone 5S misura 123,8 millimetri di altezza, 58,6 mm di larghezza e 7,6 mm di spessore, per un peso effettivo di 112 grammi. Nulla di nuovo rispetto a iPhone 5. Sebbene iPhone 5S disponga di un display più piccolo rispetto ai principali competitors, questo non è da vedersi come un difetto (almeno sotto l’aspetto ergonomico): provate a tenere in mano un phablet e poi l’iPhone 5S. Noterete un’inedita sensazione: la facilità nel maneggiare il dispositivo anche con una sola mano, fattore questo piuttosto dimenticato con l’avanzare dei nuovi phablet top di gamma. 

 

Recensione iPhone 5S: display

Abbiamo parlato giustappunto della piccolezza del display (stiamo parlando di un 4 pollici LCD con tecnologia IPS e risoluzione 1136×640 pixel): secondo l’associazione americana dei consumatori Consumer Reports, il display (assieme alla batteria) è uno dei principali punti deboli dell’iPhone 5S. Abituati a display di maggiori dimensioni realizzati dai principali concorrenti, dove la visualizzazione delle app, la possibilità di giocare su schermi più grandi senza dover necessariamente strizzare gli occhi e la fruibilità dei contenuti multimediali risulta più semplice e comoda, il display da 4 pollici di iPhone 5S non convince del tutto. In più è (leggermente) meno luminoso dell’iPhone 5. Dove sono dunque le novità? Non ce ne sono, e quindi è meglio passare al capitolo successivo. 

 

Recensione iPhone 5S: Touch ID

 

Tra le principali novità che hanno caratterizzato il nuovo iPhone 5S figura senz’altro l’innovativo Touch ID, ovvero il sensore di lettura delle impronte digitali che, alla sua uscita, ha già innescato le prime polemiche sulla sicurezza. In molti hanno infatti affermato che si possono registrare ben 20 impronte e non solo 5 come annunciato dai vertici Apple.

Bando alle polemiche, parliamo un attimo del Touch ID: grazie a questa nuova funzione sarà possibile sbloccare iPhone sulla schermata iniziale e fare acquisti sull’App Store senza dover utilizzare la password. Dopo la registrazione delle 5 impronte, sarà sufficiente toccare Home per farsi riconoscere dal device. Meglio piantare tutto il dito sul sensore, per avere un riconoscimento maggiore, visto che se lo poggiamo solo parzialmente potremmo stare ore ad aspettare che iPhone 5S risponda al nostro comando. Il risultato? L’uso della password è già diventato vecchio, stancante e noioso, soprattutto nel momento in cui si devono fare acquisti sull’App Store. Dunque, benvenuto Touch ID!

 

Recensione iPhone 5S: processore

Dal punto debole al punto forte: il cuore dell’iPhone 5S è un processore A7 a 64-bit che in quanto a prestazioni risulta essere decisamente migliore rispetto all’A6 montato sull’iPhone 5 e non poteva essere altrimenti. Basti pensare che l’Apple A7 è situato nella stessa categoria di processori realizzati per computer standard tra il 2010 e il 2012 per farsi un’idea di cosa può offrire il nuovo chip montato sull’iPhone 5S. Inoltre, il fatto di essere un processore a 64-bit consente al device supportare più memoria pur mantenendo piuttosto inalterata la velocità delle prestazioni. Nel complesso, iPhone 5S risulta reattivo e performante in ogni occasione d’utilizzo. Ne viene fuori che le prestazioni offerta dal processore A7 sono il doppio di quelle garantite dall’A6. 

Maggiore potenza e buona velocità sono garantite anche dall’ausilio del coprocessore M7, ottimo “braccio destro” che consente un’ottimizzazione dei consumi energetici, soprattutto nell’utilizzo delle app (specialmente quelle relative all’attività fisica), attraverso un sistema di rilevazione delle informazioni provenienti dai sensori dell’iPhone 5S, come giroscopio, accelerometro e bussola. Tuttavia ci sono ancora alcune applicazioni che non usano M7 e proprio per questo motivo l’autonomia e il consumo energetico di iPhone 5S risulta abbastanza deficitario. Per ora, dunque, non ci resta che rimandare a tra qualche mese un giudizio complessivo del coprocessore M7.

 

Recensione iPhone 5S: fotocamera

Altro elemento più che positivo dell’iPhone 5S è rappresentato dalla fotocamera. iPhone 5S dispone di una fotocamera posteriore da 8 megapixel dotata di sensore iSight 2.2 con risoluzione 3262×2448 pixel e flash dual LED. La fotocamera dell’iPhone 5S risulta essere per il 33% più sensibile alla luce. Ciò comporta che sotto l’aspetto delle immagini, iPhone 5S rappresenti un vero e proprio salto in avanti rispetto al modello precedente, grazie alla possibilità di ottenere una maggiora precisione e un migliore avanzamento rispettivamente per la gamma cromatica e il bilanciamento. Anche il flash avrà una profondità di livello superiore, grazie al sensore più ottimizzato e al True Tone. Tra le modalità più interessanti di cui dispone la fotocamera principale dell’iPhone 5S si annoverano Panorama, che consente una maggiore velocità dello scatto, e Burst, che permette di scattare raffiche a 10 scatti al secondo fino a 999 immagini. Sarà poi il processore a selezionare le immagini migliori e a porle in cima. Ottima anche la possibilità di registrare video a 30 fps, facendo risultare immagini più nitide e dettagliate: spicca la funzione Moviola, che consente di registrare video a 120 fps e dunque rallentare le clip. 

iPhone 5S dispone inoltre di una fotocamera anteriore da 1,2 megapixel (720p).

  

Recensione iPhone 5S: connettività e software 

Sotto l’aspetto della connettività, non va registrata nessuna novità riguardo alla ricezione del segnale, che resta piuttosto la stessa se confrontiamo iPhone 5S con il suo predecessore. Durante le chiamate, inoltre, sembra estremamente difficile che il segnale cada. Sarà dunque sufficiente cercare un punto dove il segnale prende bene e saremo in grado di riprendere la nostra conversazione da dove l’avevamo interrotta. 

Per ciò che concerne l’utilizzo delle applicazioni, sembra che nulla riesca a mettere in difficoltà processore, coprocessore e GPU di iPhone 5S. Più o meno tutto risulta performante e reattivo e molti adducono al mare di applicazioni e funzioni di cui iPhone 5S dispone il prezzo esagerato del nuovo device Apple.

 

iOS 7 funziona abbastanza bene, se avete imparato ad apprezzarlo. Altrimenti, il consiglio è quello di trasferirsi su un altro OS e cambiare smartphone, perché la via intrapresa da Apple è questa e ritorni al passato non ce ne saranno.

 

Recensione iPhone 5S: autonomia 

iPhone 5S dispone di una batteria da 1560 mAh: ciò significa che, nonostante l’aiuto del coprocessore M7, difficilmente iPhone 5S arriverà a fine giornata. Non a caso la batteria degli iPhone è stata sempre considerata il tallone d’Achille dei melafonini. Si nota comunque un leggero miglioramento rispetto all’iPhone 5 sotto l’aspetto dell’autonomia, ma come abbiamo già detto, oltre le 8 ore non sembra reggere. 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

iPhone 5S: alcuni problemi da non sottovalutare

 

Recensione iPhone 5S: conclusioni

Di una cosa siamo sicuri: iPhone 5S evidenzia alcuni miglioramenti rispetto a iPhone 5. Se questo può giustificare la spesa eccessiva, non dobbiamo essere noi a dirlo. Dopotutto sull’iPhone 5S troviamo LTE, Touch ID, processore più potente, fotocamera migliore e colorazioni più alla moda. Ma bastano questi elementi a giustificare un prezzo enorme? Forse sì, forse no: il giudizio spetta a voi. Nel complesso iPhone 5S sembra aprire la strada a iPhone 6, da cui potremmo aspettarci davvero delle belle. Ma questa, come si dice, è un’altra storia che tratteremo più avanti. 

 

Vantaggi iPhone 5S

Design

Processore A7 + coprocessore M7

Componente software

 

Svantaggi iPhone 5S

Display
 
Autonomia 

 
Prezzo 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Recensioni, Recensioni Apple iPhone, Smartphone, Famiglie