Realtà virtuale, in futuro anche il cinema potrebbe sfruttare la tecnologia VR

Anche il cinema si sta preparando all'arrivo prepotente della realtà virtuale. Una vera e propria rivoluzione in atto per attori e registi del settore.

di , pubblicato il
Anche il cinema si sta preparando all'arrivo prepotente della realtà virtuale. Una vera e propria rivoluzione in atto per attori e registi del settore.

Uno scenario decisamente affascinante quello proposto a Potsdam durante un convegno sulla realtà virtuale. In futuro anche il cinema potrebbe avvalersi di questa tecnologia, così da dare allo spettatore un’esperienza totalmente nuova dell’opera vista. Nel convegno in questione erano infatti presenti diversi addetti ai lavori provenienti proprio da Hollywood, oltre che alcuni esponenti del National Geographic.

VR e cinema, la rivoluzione sta per arrivare

Sarà qualcosa di veramente rivoluzionario quello che ci attende. Il cinema dovrà praticamente essere riscritto, una nuova tecnologia dunque che cambierà totalmente l’esperienza che abbiamo dei film, non più da guardare passivamente, ma da vivere in prima persona. Uno degli esempi infatti portati durante il convegno era quello di utilizzare un visore VR per entrare all’interno del film e vedere tutto quanto accade con gli occhi del protagonista.

Naturalmente, parliamo di una tecnologia ancora in divenire. Se la realtà virtuale ha fatto passi da gigante nei videogames, nelle altre applicazioni sembra ancora molto lontana dal suo reale potenziale. Al momento, infatti, sembra abbastanza semplice ricreare una location in VR, altra cosa però è far interagire i personaggi al suo interno, magari anche con l’utente. Insomma, in questo caso entrerebbero in ballo anche altri fattori, come IA per l’interazione con lo spettatore, ologrammi separati dalla location, eccetera.

Leggi anche: Neuralink, ecco come la tecnologia ci farà comunicare con il pensiero

Realtà virtuale, difficile ma non impossibile

Qualche esperimento, anche se non proprio trascendentale, è già stato portato avanti. Nell’intrattenimento per adulti infatti la realtà virtuale ha già trovato sbocchi. Se pensiamo ad esempio alla Naughty America che ora produce film hard in VR, abbiamo subito un esempio preciso di quanto affermiamo.

Anche in questo caso però, l’estrema sintesi a cui si rivolge il cinema per adulti, non è paragonabile a quella di un complesso film hollywoodiano il quale deve fare i conti con trama, vero montaggio e tutte le altre tecniche ormai classiche della cinematografia.

Quel che è certo infatti è che la realtà virtuale nel mondo del cinema rivoluzionerebbe totalmente la grammatica cinematografica, con registi ed attori che si troverebbero totalmente spaesati a girare scene con telecamere che riprendono l’azione a 360°. Menzionavamo in precedenza anche National Geographic poiché la tecnologia ha interessato da subito anche il mondo dei documentari. Anche in questo caso, riprese a 360% darebbero un’esperienza totalmente differente da quelle che conosciamo quando vediamo uno doc sugli animali in Africa. Visitare le profondità degli oceani o la pericolosità della Savana in VR potrebbe essere un’emozione unica.

Leggi anche: Realtà aumentata, ecco come l’AR sta per rivoluzionare la nostra vita

Argomenti: ,