Pornhub infetto da oltre un anno, milioni di utenti contagiati dal malware

Colpito Pornhub e con lui milioni di utenti. Da un anno il portale di video pornografici era attaccato da hacker con malware ruba dati.

di Giovanni Reale, pubblicato il
Colpito Pornhub e con lui milioni di utenti. Da un anno il portale di video pornografici era attaccato da hacker con malware ruba dati.

Il sesso occasionale non protetto può causare molti rischi, ma vi sareste mai immaginati che un giorno anche quello virtuale vi avrebbe regalato un brutto virus? Pornhub è infetto! Questo l’esito finale del report stilato da Proofpoint, una compagnia che si occupa di indagare sulla sicurezza del web. Si attende ancora un comunicato ufficiale da parte dell’azienda, ma già è bloccato l’attacco hacker.

Attacco hacker su Pornhub, milioni di utenti infettati

Il malware colpisce ancora e lo fa con il più classico dei contagi: il sesso, che ovviamente nel web trova la sua espressione esteticamente più popolare, il mondo del porno. Il mondo di internet ai suoi albori si può dire raggiunse l’apice della commercializzazione proprio grazie ai contenuti porno, ora però quello stesso fenomeno che è la pornografia lo mette in grande difficoltà. E già perché il contagio ora potrebbe estendersi a macchia d’olio su altri settori di internet, visto l’enorme numero di utenti che sono stati quasi certamente colpiti e che hanno trasmesso poi il malware oltre il proprio pc.

Il codice malevolo fa tremare il mondo del web, quanti di noi hanno fatto in quest’ultimo anno una capatina su uno dei più famosi portali pornografici? Stiamo parlando di Pornhub, che secondo la compagnia Proofpoint ha ospitato per oltre un anno inconsapevolmente finta pubblicità che installava codice malevolo sui PC.  I responsabili sarebbero gli hacker del gruppo KovCoreG, mentre il malware in questione è noto come Kovter.

Leggi anche: Facebook down, social fermo per 2 ore e il mondo impazzisce – Siamo messi male

Pornhub, chi è stato colpito e come è avvenuto il contagio

La compagnia Proofpoint ha fatto un’indagine accurata sul fenomeno che ha colpito Pornhub, offrendo anche interessanti informazioni per gli utenti. Per fortuna, il malware in questione non attacca semplicemente visitando le pagine del sito, ma bisogna installarlo. In pratica, tramite pubblicità inganna gli utenti facendo credere di installare aggiornamenti per il browser in uso, salvo inserire in realtà codice malevolo nei PC.

Sempre secondo Proofpoint, come riporta The Guardian, il malware di Pornhub ha avuto terreno fertile principalmente negli Stati Uniti, in Canada, Australia e Regno Unito. Tale malware è in grado di rubare i dati degli utenti e considerando che Pornhub registra circa 26 milioni di utenti unici, i numeri diventano davvero preoccupanti.

Leggi anche: Twitter, dal salvatweet all’Happening Now: ecco come conservare i post e seguire i grandi eventi in diretta

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tendenze del web

I commenti sono chiusi.