Apple lancia i podcast in abbonamento, il prezzo sarà gestito dai creator

Arrivano i podcast di Apple a pagamento, i creator decideranno il prezzo.

di , pubblicato il
Podcast Apple

Cambio di strategia in casa Apple, l’app di podcast ospiterà anche servizi in abbonamento, una tattica che, se da un lato potrebbe far storcere il naso ai comuni utenti, dall’altra potrebbe attivare i creator, sicuramente stuzzicati da un guadagno più cospicuo.

Podcast Apple in abbonamento

La novità è stata annunciata durante l’ultimo evento Apple. La presentazione, essendo ricca di novità interessanti, è passata decisamente in sordina, soprattutto da noi in Italia. Ora però che i rumors sulle altre uscite sono state digerite, ci accorgiamo che quella dei podcast è molto più interessante di quanto ad un primo momento possa sembrare. Parliamo infatti di un mercato che si sta rivelando essere particolarmente proficuo, e ce ne siamo accorti soprattuto dopo il successo di Clubhouse.

I podcast a pagamento riservati ad abbonati però non rimarranno certo una novità solo ed esclusiva di Apple, c’è infatti chi parla di vera e propria guerra del settore, visto che gli altri competitor non stanno certamente a guardare. Ma torniamo all’app che sta arrivando con un interfaccia tutta nuova e ridisegnata. Il servizio in questione propone, attraverso abbonamenti premium, l’ascolto di contenuti aggiuntivi esclusivi e senza pubblicità. Tra le novità della nuova interfaccia ci sono i canali, curati dai creatori con titoli unici, descrizioni e illustrazioni.

Prezzi e uscita podcast per Apple

Tra i canali aggiuntivi del servizio in abbonamento si trovano voci indipendenti come Tenderfoot TV, Pushkin Industries, Radiotopia da PRX, QCODE, oltre a colossi come NPR, Los Angeles Times, The Athletic, Sony Music Entertainment. Lancio in 170 paesi a maggio, i prezzi li decideranno i podcaster che pagheranno ad Apple 19,99 dollari al mese oltre a lasciare il 30% dei loro incassi nel primo anno e il 15% in quelli successivi.

Ecco le parole di Eddy Cue, senior vice president Internet Software and Services di Apple sul nuovo servizio:

“Quindici anni fa, Apple ha reso popolari i podcast, offrendo ai creatori una prima piattaforma aperta per informare, intrattenere e ispirare centinaia di milioni di ascoltatori in tutto il mondo. Oggi, Apple Podcasts è il posto migliore per gli ascoltatori per scoprire e godere di milioni di grandi spettacoli, e siamo orgogliosi di guidare il prossimo capitolo del podcasting con Apple Podcasts Subscriptions. Siamo entusiasti di presentare questa nuova potente piattaforma ai creatori di tutto il mondo, e non vediamo l’ora di sentire cosa ne faranno”.

Potrebbe interessarti anche Aggiornamento Big G, ok Google diventa superfluo per l’assistente vocale

Argomenti: ,