Photoshop vocale, arriva la app che modifica la voce per essere più accattivanti al telefono

Interessante studio dimostra che è possibile creare un algoritmo per la creazione di voci più affidabili e convincenti. Presto una app potrebbe cambiare le nostre voci.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Interessante studio dimostra che è possibile creare un algoritmo per la creazione di voci più affidabili e convincenti. Presto una app potrebbe cambiare le nostre voci.

Una nuova diavoleria potrebbe presto arrivare per noi poveri interlocutori telefonici, presto call center e altri assidui frequentatori della cornetta potrebbero avere un’arma in più da usare contro gli ignari interlocutori che si trovano dall’altra parte del telefono, una sorta di photoshop per la voce. Andiamo a vedere di cosa si tratta.

App per modificare la voce, presto sarà realtà

Pascal Belin, docente all’università di Aix-Marseille, si è espresso in termini molto favorevoli in merito alla nuova app che sta per arrivare: Si possono immaginare in un prossimo futuro delle applicazioni sullo smartphone che modificheranno la nostra voce in tempo reale”. Lo steso Belin è infatti autore di uno studio sul campo, allo scopo di trovare un algoritmo che crei in tempo reale una voce più affabile e adatta all’interlocutore con il quale interagisce.

Leggi anche: Twitter non bannerà mai Donald Trump, perché? Non è un comune mortale

In effetti, ci siamo resi conto che le impressioni della personalità  ispirate dalla voce, che si potrebbero ritenere totalmente soggettive, non sono affatto aleatorie”.  La ricerca coinvolge non solo l’università marsigliese, ma anche quella di Glasgow, i ricercatori scozzesi hanno infatti sperimentato il progetto registrando un semplice ‘hello‘ pronunciato da 32 uomini e 32 donne, che hanno sottoposto al giudizio di 320 ascoltatori: quasi l’unanimità, ossia il 92%, ha concordato sulla maggiore o minore fiducia e sfiducia ispirata dalle voci.

App per voce convincente, come si produce?

Ecco come si è svolto l’esperimento secondo le parole di Belin: “Abbiamo cominciato a prendere da un lato gli otto ‘hello’ che ispiravano maggiore fiducia, e dall’altro gli otto che suscitavano maggiore sfiducia e li abbiamo mixati con una tecnica di ‘morphing. Abbiamo creato in questo modo due nuove voci, una sorta di media aritmetica delle otto voci di partenza”. Gli hello sono stati poi fatti ascoltare a dei soggetti, tali uditori hanno confermato il test ritenendo più affidabili gli 8 hello che ispiravano maggiore fiducia secondo i ricercatori.

Leggi anche: Smart Tv LG che si arrotola come un giornale, 65 pollici di flessibilità assoluta

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove tecnologie