Perché Apple ha comprato Beats per 3 miliardi di dollari?

Cosa c'è dietro l'acquisizione di Beats da parte di Apple per 3 miliardi di dollari e cosa dobbiamo aspettarci in futuro? Andiamo a scoprire perché Apple ha fatto un investimento così importante su Beats.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Cosa c'è dietro l'acquisizione di Beats da parte di Apple per 3 miliardi di dollari e cosa dobbiamo aspettarci in futuro? Andiamo a scoprire perché Apple ha fatto un investimento così importante su Beats.

Apple ha acquistato Beats per circa 3 miliardi di dollari, con 2,6 miliardi da pagare nell’immediato e 400 milioni in azioni: la domanda che è sorta sulla bocca di tutti (e che sorge sempre nel caso di queste colossali acquisizioni) è: perché? La risposta è molto semplice: Apple si vuole rilanciare nel settore della musica digitale e dei servizi musicali in streaming che a oggi è dominato da un colosso come Spotify. Con l’acquisizione di Beats, Apple ha puntato su 3 cose: il talento del team, le cuffie eccellenti che sono il prodotto di punta della società e naturalmente Beats Music.   LEGGI ANCHE Cosa presenterà Apple al WWDC 2014?  

Beats sotto l’egida di Apple: cosa succederà adesso?

E’ innegabile che Apple voglia continuare a crescere e ad aggredire il mercato in tutti i settori: è così che Tim Cook vuole convincere gli azionisti e spendere i propri fondi, per ampliare un’azienda, inglobare società e creare partnership destinate a durare e finalizzate a creare qualcosa di valido. Jimmy Iovine e André Young (ovvero Dr. Dre) si trasferiranno dunque negli uffici Apple sotto la guida di Eddy Cue, mentre il gruppo che lavora per Beats Electronics sarà coordinato da Phil Schiller. Si lavorerà prevalentemente sull’aspetto musicale, da sempre nel cuore di Apple come ha confermato Tim Cook in una lettera al team, dove specifica anche alcune prospettive di lavoro che comporta l’integrazione di Beats in Apple relativamente alla musica: “Beats Music è stata costruita con un profondo rispetto sia per gli artisti sia per gli appassionati. […] L’aggiunta di Beats renderà la meravigliosa line-up di iTunes ancora migliore, ampliando il legame emotivo che i nostri clienti hanno con la musica”. L’entusiasmo di Tim Cook tuttavia contagia anche le cuffie di Beats Electronics, “un brand di riferimento per le cuffie e gli altoparlanti sia nel mondo della musica sia in quello dello sport. Sono tra i prodotti di terze parti più popolari e meglio valutati tra tutti quelli che vengono venduti negli Apple Store retail e online”. E sarà sotto la guida di Phil Schiller che si vedono incredibili “opportunità di portare le leggendarie capacità di progettazione e ingegneria di Apple su questi prodotti così popolari”. In conclusione, anche Eddy Cue ha voluto dire la propria: “L’ingresso di Beats renderà la nostra offerta musicale ancora migliore”, ha detto, parlando dello streaming gratuito con iTunes Radio, di un servizio di abbonamento in Beats e dall’acquisto di musica da iTunes Store. Insomma, qualcosa si muove sul futuro pentagramma di Apple ed è qualcosa che sembra già avere un suono pulito ma allo stesso tempo deciso. Sembra proprio che ne sentiremo delle belle.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nessuno