Oral-B Genius X, lo spazzolino da denti intelligente che non ti aspetti

C'era proprio il bisogno di uno spazzolino da denti intelligente? La risposta del pubblico ci dirà se Oral B ha fatto bene oppure no.

di , pubblicato il
C'era proprio il bisogno di uno spazzolino da denti intelligente? La risposta del pubblico ci dirà se Oral B ha fatto bene oppure no.

Nell’era di Alexa, Google e degli smartphone che fanno tutto, arriva anche lo spazzolino da denti intelligente. Presentato Oral-B Genius X, un dispositivo elettronico con intelligenza artificiale. Ma cosa dobbiamo aspettarci da un device del genere? Perché anche uno spazzolino deve essere intelligente? Non sono queste le domande che troveranno risposta in queste righe, lasciamo tale compito ai sociologi, ma andiamo a vedere cosa realmente fa questo dispositivo.

Oral-B Genius X, spazzolino intelligente

Il marchio di Procter & Gamble promette che con questo spazzolino smart la nostra vita cambierà in meglio, naturalmente grazie ad un’igiene orale con i fiocchi. “Cosa succederebbe se in futuro lo spazzolino potesse dirci tutto ciò che c’è da sapere sul nostro stato di salute orale e si connettesse direttamente con il dentista, in modo facile e veloce, ogni volta che è necessario?“, si chiede Stephen Squire, Direttore Mondiale Marketing Oral-B, che poi conclude “Il Biometric Health Tracker Concept è la nostra idea per una piattaforma sanitaria a 360°, progettata per migliorare in maniera sostanziale la salute delle persone, anche quella orale. È il primo passo di un lungo e importante percorso, una nuova visione, che supporterà il lavoro di Professionisti dentali, Ricercatori esterni e Scienziati Oral-B con strumenti sempre più all’avanguardia. Insieme a loro, vogliamo esplorare le infinite opportunità che i dispositivi per la cura dell’igiene orale possono offrire.”

Ad aggiungersi al coro c’è anche il dottor Ralf Rössler dell’Università per le tecnologie digitali in odontoiatria e medicina in Lussemburgo il quale afferma: “Ogni paziente è unico ed è per questo che stiamo cercando soluzioni che si adattino ad ogni singolo individuo. Oral-B offre un’esperienza di spazzolamento eccellente e personalizzata, e non è necessario cambiare radicalmente la modalità di spazzolamento per ottenere il miglior risultato in termini di salute orale. Per questo è una vera svolta.”

Ma in sostanza, che fa questo spazzolino? In pratica si adatta alle esigenze di chi lo usa, riconoscendo i sistemi di spazzolamento più fluidi e offrendo feedback per migliorare poi il suo stesso utilizzo in futuro, così da migliorare anche le abitudini del “padrone”.

Inoltre, si controllano alcune funzioni via app con lo smartphone. L’uscita sul mercato è prevista per settembre 2019, con tanto di custodia e supporto per ricarica USB. Al momento però non è stato ancora comunicato il costo del dispositivo.

Potrebbe interessarti anche: HoloLens 2, nuovo visore per realtà mista targato Microsoft, ma che prezzo

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,