Oculus VR: in arrivo gioco multiplayer online per 1 miliardo di persone?

Stando alle parole del CEO Brendan Iribe, Oculus VR avrebbe intenzione di realizzare un gioco multiplayer online per 1 miliardo di persone, sfruttando Facebook come punto di partenza. Ecco le ultime novità in merito.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Stando alle parole del CEO Brendan Iribe, Oculus VR avrebbe intenzione di realizzare un gioco multiplayer online per 1 miliardo di persone, sfruttando Facebook come punto di partenza. Ecco le ultime novità in merito.

E se la OASIS di Player One prendesse vita? Per chi non lo conoscesse, Player One è un bellissimo romanzo di Ernest Cline che ci parla di un mondo sovrappopolato dove le persone si rifugiano in un mondo virtuale denominato OASIS. Oculus VR ha in mente una cosa del genere: creare un gioco multiplayer online per 1 miliardo di persone, un progetto a lunghissimo termine su cui dovrà esserci un lavoro infinito e complesso, ma che potrebbe sfruttare le potenzialità di Facebook oltre ad attendere una capacità di supporto rete adatta a un progetto del genere.   LEGGI ANCHE Sul perché Facebook ha acquistato Oculus VR e sul futuro che ci aspetta  

Cosa ha in mente Oculus VR?

Questa non è un’anteprima, ma una succosissima indiscrezione (più che anticipazione) che ci fornisce elementi importanti atti a rivelarci quale direzione vuole prendere Oculus VR. A parlare del più che ambizioso progetto, è stato Brendan Iribe, CEO di Oculus VR, che ha anche spiegato come il miliardo di persone coinvolte “utilizzerà una rete più grande di quella che esiste oggi”, puntualizzando come Facebook, che ha acquistato la società specializzata nella realtà virtuale, potrebbe rappresentare un ottimo punto di partenza. Sostanzialmente, dunque, potremmo trovarci di fronte a una rete infinita composta da tante piccole reti disperse: in parole povere, un gigantesco universo virtuale formato da tanti mondi virtuali. Roba da fantascienza, insomma, o da letteratura nerd (leggere Player One per credere), ma sicuramente una notizia che lascia stupiti e meravigliati: certo, nel frattempo la rete a cui siamo abituati oggi dovrà essere più potente e Oculus Rift dovrà essere utilizzato a livello istituzionale e riconosciuto come tecnologia a livello ufficiale anziché come mero esperimento di base per qualcosa che verrà in seguito, ma se le intenzioni sono queste, allora ben venga l’attesa!   Fonte | The Verge

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Realtà virtuale e realtà aumentata, Videogiochi, Console