Nuovo digitale terrestre, a inizio anno si cambia, ecco dove

Arriva il nuovo digitale terrestre, le info utili per aggiornarsi alle regole della comunità europea.

di , pubblicato il
Arriva il nuovo digitale terrestre, le info utili per aggiornarsi alle regole della comunità europea.

Il conto alla rovescia per il nuovo digitale terrestre sta per cominciare, si passa a un nuovo standard, in regola con le direttive della comunità europea, andiamo a vedere quali sono le date per il cambio in tutte le regioni.

Nuovo digitale terrestre

Si passa allo standard t2, l’attuale dbs t1 sta infatti per diventare obsoleto, dal prossimo anno il primo step, chi è già dotato di un televisore HD non dovrebbe avere problemi a ricevere il nuovo segnale, altrimenti dovrà munirsi già di decoder con tale etichetta sulla confezione o sul dispositivo stesso.

Successivamente poi ci sarà un ulteriore step, il processo si concluderà infatti nel 2022, quando si passerà definitivamente ad HVEC, standard in grado di arrivare alla massima risoluzione ora consentita, ovvero gli 8K.

Anche in questo caso, sarà necessario poi munirsi di televisore o decoder adatti per questo tipo di segnale. Le Smart TV acquistate dal 2017 dovrebbero già essere in grado di effettuare l’aggiornamento e possedere i requisiti per trasmettere in tale standard. Ricordiamo inoltre che per le famiglie con reddito non superiore ai 20000 euro annui c’è la possibilità di richiedere il bonus di 50 euro da spendere per il nuovo digitale terrestre, ma ora andiamo a vedere le date del change.

1° gennaio – 31 maggio 2020: Campania, Lazio, Liguria, Toscana, Sardegna e Umbria;
1° giugno – 31 dicembre 2020: Lombardia (tranne la provincia di Mantova), Piacenza e provincia, Piemonte, Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta;
1° gennaio al 30 giugno 2021: Catanzaro e provincia, Reggio Calabria e provincia, Sicilia, Vibo Valentia e provincia;

1° settembre – 31 dicembre 2021: il resto d’Italia dunque il Veneto, provincia di Mantova, Friuli – Venezia – Giulia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, provincia di Cosenza e Crotone.

Potrebbe interessarti anche Nuovo digitale terrestre, queste regioni devono prepararsi al cambio del decoder

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.