Nuovo bug su Facebook: a rischio la privacy di 6 milioni di utenti

Il problema-privacy si fa sempre più serio: nuovi casi ogni giorno tormentano il web e il mondo della tecnologia: ora anche su Facebook (di nuovo).

di Elisa Ceccarelli, pubblicato il
Il problema-privacy si fa sempre più serio: nuovi casi ogni giorno tormentano il web e il mondo della tecnologia: ora anche su Facebook (di nuovo).

Facebook ma cosa combini (di nuovo)? Nelle ultime ore il social network in blu ha vissuto momenti concitati a causa di un bug, l’ennesimo che ha compromesso la privacy degli utenti.

Lo stesso Facebook, tramite la propria pagina ufficiale (e inviando una mail di scuse ai propri utenti), ha segnalato la problematica: nell’ultimo mese, infatti, le informazioni che il sito utilizza per le amicizie suggerite, sono state “inavvertitamente memorizzate” come parte del profilo di Facebook.

Il tool DYI (download your information), infatti, dava accesso a informazioni addizionali non solo ai propri amici, ma anche agli amici degli amici. Gli uomini che hanno lavorato al problema di Facebook, hanno calcolato che approssimativamente 6 milioni di utenti hanno avuto alla mercé di tutti il proprio indirizzo e-mail e numero di telefono.

Proprio per questo, come comunicato sulla pagina di Facebook, per ora il tool DYI è stato momentaneamente disabilitato per fixare il problema.
La cosa più grave, ovviamente, è che ormai quotidianamente ci troviamo costretti a segnalarvi attacchi alla nostra privacy proveniente dal mondo del web: sembra davvero che l’unico modo per mantenerla intatta sia evitare completamente l’utilizzo di social network, internet e telefonia. Tutta questa tecnologia e comodità, vale la candela di non avere più diritto a tenere personali “i fatti nostri”? 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Internet

Leave a Reply