Nuove voci su iPhone 6: ecco i rumors post Swift

Con il WWDC 2014 di San Francisco che si sta concludendo, tornano prepotentemente le voci, i rumors e le indiscrezioni su iPhone 6, del quale sono ormai quasi ufficiali le due versioni differenti.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Con il WWDC 2014 di San Francisco che si sta concludendo, tornano prepotentemente le voci, i rumors e le indiscrezioni su iPhone 6, del quale sono ormai quasi ufficiali le due versioni differenti.

L’introduzione di Swift in occasione dell’ultima WWDC 2014 di San Francisco che sta giungendo a conclusione ha alimentato nuove voci e rumors su iPhone 6, ma anche su tutto il mondo Apple. Nonostante iOS 8, Swift è stato uno dei più importanti protagonisti dell’ultima conferenza Apple dedicata agli sviluppatori. Non se ne è parlato molto perché si tratta di una novità rivoluzionaria soprattutto per i programmatori e gli sviluppatori e non per la gente comune, ma l’impressione è che con l’introduzione di Swift Apple stia per voltare pagina e offrirci qualcosa di completamente diverso (e nuovo). Vediamo perché.   LEGGI ANCHE iOS 8: ecco quando uscirà e come sarà OS X Yosemite: caratteristiche e uscita  

Ultime novità su iPhone 6

Swift è il nuovo linguaggio di programmazione presentato da Apple al WWDC 2014 che prossimamente, con ogni probabilità, sostituirà Objective-C e si distingue per un design più asciutto, pulito e lineare, per una gestione della memoria più efficiente e soprattutto per la semplificazione dello sviluppo delle applicazioni per i suoi dispositivi. Ma Swift, così come l’opzione Resizable iPhone, dà adito a ulteriori riflessioni su iPhone 6, la cui uscita è prevista per settembre. Il fatto che un’applicazione possa adattarsi a device i cui display hanno dimensioni differenti, infatti, conferma implicitamente le ultime indiscrezioni (peraltro mai smentite) sull’uscita di due nuovi iPhone dai display differenti (uno da 4,7 pollici, l’altro da 5,5 pollici). Ci sono molti dubbi, invero, sull’iPhablet, ovvero sull’iPhone dotato di uno schermo più grande, perché finora Apple non ha mai amato i dispositivi a metà tra un tablet e uno smartphone. Tuttavia sembra proprio che dalle parti di Cupertino l’aria stia cambiando e possa travolgere tutti quelli che attendono novità rivoluzionarie sul fronte Apple. La vera rivoluzione, a San Francisco, è stata portata proprio da Swift più che da iOS 8: Apple, dunque, non solo si starebbe espandendo in altri settori come quello della domotica, ma starebbe lavorando intensamente su nuovi prodotti che fino a poco tempo fa non avremmo mai pensato, e l’iPhablet sarebbe sicuramente tra questi. La conferma dell’iPhone da 5,5 pollici proviene poi direttamente dalla Foxconn, che recentemente ha affermato come abbia cominciato la produzione di due iPhone dagli schermi diversi e che rispecchiano le dimensioni finora trapelate. Insomma, iPhone 6 è ormai imminente e, anche se conosceremo tutte le caratteristiche prima della presentazione ufficiale, dovremo tenere bene a mente quello che potrebbe essere un punto di svolta per l’azienda e per tutti noi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: iPhone 6