Non mi piace su Facebook: come funziona e quali saranno le conseguenze?

Su Facebook arriverà il tasto Non mi piace: nel giro di qualche mese sbarcherà sul social network la funzione opposta al Like

di Daniele Sforza, pubblicato il
Su Facebook arriverà il tasto Non mi piace: nel giro di qualche mese sbarcherà sul social network la funzione opposta al Like

Grandi novità su Facebook dove a breve arriverà anche il “Non mi piace“. Non solo Like a gogò da una parte e indifferenza dall’altra, ma anche Dislike. Ovvero, ciò che non piace. Funzione peraltro già presente su YouTube, dove le cose non vanno molto bene, sotto l’aspetto dei comportamenti degli utenti. Basta leggere i commenti sotto i video per capire come a volte le piattaforme web possano diventare fucine di odio e antipatie, generando piccole guerre verbali tra utenti anonimi che si nascondono dietro lo schermo di un PC, un tablet o uno smartphone. 

 

LEGGI ANCHE

Facebook sticker, il lancio sul web e arriva anche lo store: successo annunciato?

 

Cyberbullismo in arrivo?

Per il sociologo Enrico Finzi, l’introduzione del Dislike su Facebook peggiorerà le cose, dando vita a episodi di cyberbullismo e amplificando la rete isterica di violenza e di odio che già serpeggia sul social network. Inoltre semplificherà ulteriormente ciò che è già estremamente semplificato: per il sociologo, Twitter è molto meglio per sondare gli umori della gente, mentre Facebook è diventato la culla dell’egocentrismo

 

Come funziona Non mi piace su Facebook

Già da tempo si parlava di introdurre la funzione “Non mi piace” su Facebook, ma è sempre stata rimandata proprio per le motivazioni di cui sopra. Nel giro di qualche mese, tuttavia, il “Non mi piace” potrebbe diventare realtà. Secondo alcune fonti, però, non basterà semplicemente cliccare sull’icona del pollice verso: bisognerà invece giustificare in maniera corretta e comprensibile il motivo del disappunto relativo a una foto, a un articolo o a un semplice status. Un modo come un altro per arginare la derive dei dislike nonsense, come già avviene su YouTube. 

 

Tasto non mi piace Facebook: le conseguenze

Certo, se si pensa a tutte quelle aziende e a quelle attività che hanno fatto della promozione su Facebook il motore principale del proprio business, l’introduzione del “Non mi piace” potrebbe inficiare negativamente sull’andamento delle pubblicità e dei relativi introiti. Dopotutto è sempre un Like che fa una differenza. 

E cosa pensare di tutti quegli utenti che si nascondono dietro un social network per avere la popolarità che nella realtà non hanno? Dopotutto è sempre più facile scrivere che parlare, e male che vada a coglierti sarà l’indifferenza. 

 

Facebook perderà utenti?

A tal proposito, noi scommettiamo su una cosa: con l’introduzione del Non mi piace Facebook perderà utenti. A patto che il “Non mi piace” non sia veramente ragionato. Una giustificazione del Dislike allontanerebbe i cyberbulli et similia da azioni eseguite senza riflettere. E forse, chissà, anche il Like potrebbe cominciare ad avere un significato meno superficiale. 

E voi che ne pensate?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Facebook, Social Network