Le migliori piattaforme per comprare e vendere NFT, la top ten

Comprare, vendere, ma anche conoscere, ecco le migliori piattaforme per gli NFT.

di , pubblicato il
NFT

L’acronimo che sta per Non-fungible token, appunto NFT, è una delle novità di questo 2021, forse tra le più interessanti a livello tech, visto che secondo alcuni esperti di economia potrebbe addirittura arrivare a rivoluzionare il settore, al pari delle criptovalute. Ma quali sono le migliori piattaforme per comprare e vendere questi token non fungibili?

NFT, top piattaforme

Astratti, concettuali, non fungibili. Sono sostanzialmente l’opposto delle crypto, che sono appunto fungibili, mentre gli NFT non sono intercambiabili. Una rivoluzione che sta però fruttando un bel po’ di quattrini, soprattutto nel mondo dell’arte, dove appunto l’artista autore può vendere la sua opera in quanto concetto artistico, e non materia fungibile.

Ma accantoniamo i ragionamento ontologici e focalizziamoci su quelli che sono i migliori siti dedicati al mondo dei gettoni non fungibili, piattaforme che permettono di vendere e acquistare NFT, ma anche di conoscerli meglio. Del resto, il modo migliore per imparare qualcosa di nuovo è spesso quello di passare alla pratica. Ecco quindi la top ten dei siti dedicati al mondo degli NFT:

OpenSea – è considerato il vertice dell’esperienza NFT, creata dall’ingegnere informatico Davin Finzer, consente di vendere, comprare e anche creare da zero i gettoni non fungibili, oltre che analizzare tutta una serie di dati da altri portafogli, al fine di comprendere sempre più la materia in questione.

Mintbase – simile al precedente, ma dedicato principalmente a NFT di nicchia, ossia quelli che solitamente non si trovano sulle altre piattaforme, al fine di promuovere la rarità destinata a pochi.

SuperRare – a differenza del precedente sito, la rarità non è rappresentata dall’essere di nicchia, ma proprio dall’esclusività della domanda.

Per essere presente sulla piattaforma infatti bisogna fare domanda e attendere in una lista d’attesa, al fine di vedere poi la propria opera presentata in catalogo e pronta per l’acquisto sotto forma di NFT.

Nifty Gateway – lanciata quest’anno come diramazione di Gemini, è una piattaforma artistica, ossia dedicata alla compravendita di prodotti artistici attraverso NFT. A riprova di quanto questo sistema stia trovando sfogo nel mondo dell’arte.

Nonfungible – Un must per chi vuole conoscere l’intero ecosistema degli NFT. Lanciato nel 2018, oggi è cresciuto a tal punto che tutti gli appassionati lo consultano per monitorare tutte le transazioni in tempo reale che vengono registrate.

Nba top shot – I collezionatili con licenza ufficiale NBA. Si tratta di brevi video e immagini digitali dedicati ai momento clou della storia del basket americano. Hanno già fatturato 500 milioni di dollari.

CryptoPunks – un po’ come per le immagini digitali della NB, in questo casi si propongono immagini pixelate assolutamente uniche, cioè diverse le une dalle altre, di punk. Sono stati di recente protagonisti di un’asta di Christie’s.

Cryptokitties – altro esempio di NFT applicati a qualcosa di videoldico o artistico, purché il suo sistema si basi su blockchain. In questo caso si tratta di gattini da allevare in stile Tamagochi. Fu il primo vero progetto NFT a diventare fenomeno virale.

NftBank – altra piattaforma che permette di monitorare ogni tipo di operazione di trading in gettoni non fungibili. In questo caso basta inserire l’indirizzo Ethereum nella barra di ricerca per accedere ai Wallet.

Nftfi – piattaforma dedicata ai prestiti. Gli utenti possono guadagnare un rendimento prestando Ethereum o Dai ad altri utenti che invece offrono i loro gettoni non fungibili.

Potrebbe interessarti anche NFT: cosa sono e come investire soldi sui non fungible token

Argomenti: