Netflix risparmia con la tecnologia AV1, ecco cosa cambia con il nuovo standard

Interessante novità da parte di Netflix, si passa allo streaming con la tecnologia AV1, ecco cosa cambia in sostanza.

di , pubblicato il
Netflix

Importante novità per Netflix, cambio di tecnologia nello standard della trasmissione streaming. Stiamo parlando del codec AV1, sviluppato dall’Alliance of Open Media, nato per sostituire in futuro quei codec per i quali è necessario pagare royalties di sfruttamento.

Netflix, si passa ad AV1

Attualmente il codec più utilizzato è HVEC, cosa che ha un impattano da poco sui costi economici di chi deve distribuire lo streaming in giro per il mondo. Ecco quindi la svolta, Netflix ha infatti iniziato a trasmettere in formato AV1 sugli smartphone Android al fine di sperimentare l’efficienza della tecnologia e testarne la compatibilità. Durante questa sperimentazione Netflix ha ottimizzato gli encoder al fine di permettere agli sviluppatori di tv di adeguarsi alla nuova tecnologia. I processori delle attuali smart tv infatti oggi sono perfettamente in grado di decodificare tale segnale, non solo HVEC ed Mpeg4, ma appunto anche AV1.

Del resto, per i produttori di tv c’era poco da fare, senza questa implementazione, niente certificazione da parte di Netflix e nemmeno da parte di Google. Al momento, stando a quanto comunicato dal colosso dello streaming, nell’elenco sono inclusi i tv più recenti di Samsung, a Fire TV Max di Amazon con Fire OS 7, la Google TV, la PS4 Pro e a breve anche Xbox, oltre ad alcuni TV con la versione più recente di Android TV. Entro la fine dell’anno la lista dovrebbe ampliarsi con nuovi modelli di smart tv.

Netflix, perché passare ad AV1?

Il motivo è molto semplice, risparmiare sui costi e banda, senza però perderne in qualità. Come detto, infatti, rispetto a HVEC, lo standard del codec AV1 ha dei costi più bassi, ma non solo, utilizza anche meno banda per lo streaming, e questo senza però perderne in qualità di visione.

Il che appunto piò significare anche un bene per l’utente che avrà quindi bisogno di meno potenza per far girare un video in 4K rispetto a quanta ne è richiesta attualmente con lo standard HVEC. Al momento però i problemi persistono per l’HDR, con lo standard AV1 infatti non è stata ancora compressa la tecnologia dei colori in Dolby Vision.

Potrebbe interessarti anche Digitale terrestre, nuova numerazione dei canali, ecco l’elenco nazionale

Argomenti: , ,