Netflix in Italia: ecco quando arriva

Netflix in Italia: il momento sembra giunto. Arriverà entro la fine del 2015, sotto Natale e ci cambierà il modo di guardare contenuti d'intrattenimento.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Netflix in Italia: il momento sembra giunto. Arriverà entro la fine del 2015, sotto Natale e ci cambierà il modo di guardare contenuti d'intrattenimento.

Avete presente quell’eccitazione infantile che ci prende nel momento in cui stiamo per scartare un regalo che abbiamo visto per giorni e giorni impacchettato sotto l’albero di Natale? Ebbene, è la stessa che ci prende quando veniamo a sapere che Netflix arriverà in Italia entro la fine del 2015, con ogni probabilità nel periodo natalizio, con abbonamenti che vanteranno un prezzo di 7,99 euro. L’indiscrezione proviene da La Repubblica e, a dire il vero, sembra molto più di una semplice indiscrezione. Netflix in Italia sembrava quasi un miraggio, ma a quanto pare si appresta a diventare realtà molto presto. E la formula non dovrebbe affatto differire da quella degli altri Paesi europei.  

Netflix e le serie tv

Ci troveremo quindi a scegliere tra un catalogo molto vasto, tra film, show e serie televisive: queste ultime, così come negli altri Paesi, saranno disponibili solo alla fine dell’ultima puntata della stagione. Per fare un esempio pratico, se oggi Netflix fosse disponibile in Italia, non potremo vedere l’ultima stagione del Trono di Spade, poiché dovremo aspettare che termini: Netflix raccoglie infatti tutte le puntate di una stagione per consentire agli abbonati di guardare la serie senza interruzioni settimanali. La soluzione ideale per gli appassionati di Binge Watching (vedere gli episodi di una serie televisiva senza interruzioni, pratica sempre più diffusa negli ultimi tempi).  

I numeri di Netflix

L’articolo della Repubblica snocciola poi un po’ di dati: 5,5 miliardi di dollari di ricavi, 60 milioni di abbonati in tutto il mondo, per un consumo di un terzo dell’intero traffico internet in download nelle ore più calde, decisamente superiore ad altri colossi come YouTube, iTunes e Amazon. La richiesta di una banda larga che supporti tale traffico fa ben sperare per l’Italia, che dovrà attrezzarsi per sostenere il peso di un colosso come Netflix, ma l’accordo con Telecom Italia potrebbe essere letto anche in tal senso e a Natale ci separano ancora 6 mesi. Tutto il tempo necessario per sviluppare quanto previsto dall’accordo tra Telecom Italia e Fastweb e tra il Governo ed Enel relativo alla diffusione della banda ultralarga. Certo, siamo sempre in Italia, ma come si dice la speranza è sempre l’ultima a morire.  

Netflix e i suoi prodotti

Anche nel nostro Paese, inoltre, Netflix potrebbe collaborare con alcune società per la realizzazione di serie proprie, come è già successo altrove, dopo che il costo dei diritti è diventato più elevato una volta che le major hanno compreso la crescita esponenziale di questo settore. In Francia, ad esempio, sulla scia di House of Cards, è stato stretto un accordo con Gaumont per la realizzazione della serie politica Marseille. Cominciano quindi già a tremare le pay tv come Sky e i servizi di streaming video on demand come Infinity che non possiedono il catalogo, la nomea e la ricchezza di un servizio come Netflix.   Visto che godere dell’intero e vastissimo catalogo di Netflix in Italia per alcuni è fin troppo bello per essere vero, non ci resta che incrociare le dita e sperare che vada tutto per il verso giusto. Dopotutto, farebbe una splendida figura come regalo sotto l’albero di Natale.     Fonte | la Repubblica

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Audio-Video, Netflix in Italia, Servizi