Nel 2017 caricheremo i nostri smartphone con lo stesso caricabatterie

Dopo l'Unione europea, anche la Svizzera è in procinto di scegliere lo standard per il caricabatterie universale degli smartphone: la nuova normativa, senza eccezione, partirà dalla metà del 2017.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Dopo l'Unione europea, anche la Svizzera è in procinto di scegliere lo standard per il caricabatterie universale degli smartphone: la nuova normativa, senza eccezione, partirà dalla metà del 2017.

Dopo la proposta all’Unione europea, anche la Svizzera si accoda alla volontà di scegliere uno standard universale per quanto riguarda i caricabatterie per gli smartphone e l’uniformità di tale decisione dovrebbe esserci entro il 2017. AL momento, infatti, mentre gli altri prodotti si affidano alla microUSB per la ricarica della batteria, gli iPhone della Apple continuano ad adottare la tecnologia Lightning per la ricarica dei dispositivi. Tuttavia, Apple ha già fatto sapere che si adeguerà alla proposta europea e consegnerà ben presto sul mercato adattatori microUSB per i prossimi dispositivi che saranno commercializzati.   Dopo l’Unione europea, tuttavia, anche la Svizzera dovrebbe scegliere lo standard microUSB. La notizia è stata diffusa da un comunicato da parte del governo svizzero.  

Gli sforzi di standardizzazione specificati nella nuova base giuridica riguardano, tra le altre cose, i cellulari e gli altri dispositivi che dovranno essere compatibili con un caricabatterie universale entro la metà del 2017. Tale misura diminuirà la quantità di caricatori e conseguentemente la quantità di rifiuti elettronici.

  Come potete constatare voi stessi, la Svizzera non ha ancora stabilito che lo standard universale di caricabatterie riguardi per l’appunto la microUSB, ma essendo al momento lo standard più diffuso, è praticamente sicuro che alla fine la scelta ricadrà su tale connettore.   Ricordiamo inoltre che il provvedimento elvetico dell’Ordinance on Telecommunications Installations entrerà a regime il 13 giugno 2016, mentre quello dell’Ordinance on Electromagnetic Compatibility entrerà a regime a partire dal 20 aprile 2016; tutte e due le date sono le stesse previste dalla legislazione europea in materia. Dalla prima data in poi, si avrà tempo 1 anno per uniformarsi alle nuove regole vigenti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove tecnologie

I commenti sono chiusi.