Mondiali Brasile 2014: ecco Brazuca, il pallone iper-tecnologico

Chi è e com'è fatto Brazuca, il pallone iper-tech che sarà assoluto protagonista ai Mondiali di Brasile 2014? Diamogli un'occhiata più da vicino.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Chi è e com'è fatto Brazuca, il pallone iper-tech che sarà assoluto protagonista ai Mondiali di Brasile 2014? Diamogli un'occhiata più da vicino.

Sara un Mondiale innovativo sotto il profilo tech: basti pensare al pallone iper-tecnologico, su cui oggi vogliamo soffermarci, che promette di essere una delle sorprese più importanti di Brasile 2014. Realizzato da Adidas, Brazuca (questo il nome della sfera) non è solo tra i palloni più colorati che si sono mai visti ai Mondiali, ma è probabilmente anche il più tecnologico. L’esperimento effettuato alla Confederations Cup 2013 è stato infatti sviluppato e convogliato proprio in Brazuca, che offrirà un’esperienza coinvolgente e letteralmente avvolgente del gioco grazie alle sue telecamere incorporate.   LEGGI ANCHE Le migliori app per seguire i Mondiali di Brasile 2014  

Com’è fatto Brazuca, il pallone iper-tecnologico che ci farà divertire

Brazuca non sarà un semplice pallone di calcio, ma un vero e proprio regista marchiato Adidas, formato da 6 telecamere HD al suo interno che filmeranno l’azione di gioco in tutta la sua completezza in modo tale da offrire agli spettatori una visione inedita di una partita di calcio e assolutamente spettacolare e coinvolgente. Le immagini riprese da Brazuca saranno infatti trasmesse sul canale ufficiale di Adidas su YouTube oltre che sul sito ufficiale di Brazuca. A livello di gioco, i portieri possono stare tranquilli: nessuno scherzo à la Jabulani (ricordate Sudafrica 2010?), nessuna traiettoria imprevedibile insomma. Questo non significa che Brazuca renderà il compito più facile a portieri e calciatori, ma hanno assicurato che le traiettorie risulteranno più costanti grazie a un lavoro sofisticato sulla superficie della sfera pensato per ottimizzarne il controllo, l’aderenza e la stabilità. Protagonista ai mondiali di Brasile 2014, dunque, non solo le 32 squadre partecipanti, ma anche il pallone (che poi è sempre lui il vero punto di riferimento da guardare) e la tecnologia, segnale emblematico di cosa ci aspetta in futuro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove tecnologie