Microsoft Spartan sarà il browser di Windows 10: come sarà?

Si fa un gran parlare di Spartan, il nuovo browser ideato da Microsoft che sarà integrato in Windows 10 a fianco del tradizionale Internet Explorer. Come sarà il nuovo browser Spartan? Rivoluzionario, secondo le prime indiscrezioni.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Si fa un gran parlare di Spartan, il nuovo browser ideato da Microsoft che sarà integrato in Windows 10 a fianco del tradizionale Internet Explorer. Come sarà il nuovo browser Spartan? Rivoluzionario, secondo le prime indiscrezioni.

Un’interfaccia minimalista, funzionalità simili a Chrome, nuove foto recentemente rivelate che ci parlano di un browser più aderente alle esigenze degli utenti: non sarà il browser predefinito di Windows 10, ma sarà presente accanto a Internet Explorer che, ovviamente, non sparirà. Spartan, dunque, non si traduce in Internet Explorer 12, ma in un browser che sarà affiancato e integrato nel nuovo OS unificato di Microsoft e che non oscurerà il browser più anziano di Redmond.   Spartan – il nome è provvisorio – sarà inoltre disponibile sia in versione desktop sia in versione mobile, anche se non è chiaro se sarà presente anche negli OS concorrenti, come Android e iOS. Difficilmente sarà annunciato durante l’evento di presentazione del 21 gennaio, ma la curiosità attorno al nuovo browser pensato da Microsoft resta comunque alta: in giro si parla di uno dei browser più tecnologicamente avanzati del settore, che sarà correlato alle nuove tecnologie software dell’azienda di Redmond, tra cui si annovera l’integrazione con l’assistente vocale Cortana, e sarà prediletto, in base a diverse funzionalità preinstallate – alla clientela business.   Basato sul rendering Trident e sul motore Javascript Chakra, Spartan potrebbe dare ulteriore nuova linfa a Microsoft, e per ora è giunto a una fase di sviluppo molto avanzaa, stando alle parole di Mary Jo Foley di ZDnet. Tra le altre funzionalità su cui si vocifera, Spartan dovrebbe presentare alcune novità mai viste negli altri browser concorrenti, come la sinergia con un pennino digitale per annotare pagine web e appunti di lavoro o ancora una inedita modalità per la gestione di un elevato numero di schede aperte in maniera più ordinata, come ad esempio la possibilità di raccoglierle in gruppi specifici.   Con le novità apportate da Spartan, siamo sempre più sicuri che Windows 10 rappresenterà il punto di rinascita fondamentale per Microsoft, convincendo – di nuovo – anche tutti quegli utenti che si erano allontanati.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Windows 10

Leave a Reply