Microsoft sempre più AI dopo l’acquisto di SwiftKey, la tastiera che utilizza l’intelligenza artificiale

Microsoft ha acquistato la startup SwiftKey, società che ha creato la tastiera intelligente e dotata di AI utilizzata da 300 milioni di utenti nel mondo.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Microsoft ha acquistato la startup SwiftKey, società che ha creato la tastiera intelligente e dotata di AI utilizzata da 300 milioni di utenti nel mondo.

Oggi il Sogno Americano è esteso a tutto il globo, ma ha spostato la base su cui poggiare le proprie potenzialità: le nuove fondamenta sono infatti rappresentate dalle nuove tecnologie e dallo spirito innovativo. Una giovane startup che crea un’applicazione può aspirare al sogno di essere acquistata da un colosso mondiale del settore per una cifra immensa. È quanto accaduto a Ben Medlock e Jon Reynolds, fondatori nel 2008 della startup SwiftKey, oggi acquistata Microsoft per la bellezza di 250 milioni di dollari. Redmond ha proceduto all’acquisizione per migliorare alcune sue specifiche componenti: l’assistente vocale Cortana in primis, ma anche il comparto legato all’intelligenza artificiale.   Un tempo SwiftKey era un’applicazione a pagamento, mentre fino a ora – e anche all’indomani dell’acquisizione da parte di Microsoft – è freemium, ovvero gratis, ma con alcuni contenuti sbloccabili a pagamento. La tastiera intelligente è tra le più utilizzate dagli utenti Android e iOS, visto che si stima che ben 300 milioni di utenti in tutto il mondo la utilizzano per scrivere più rapidamente e agevolmente messaggi di testo o ricerche sui principali motori, o ancora messaggi sul proprio profilo nei social network. Dopo l’acquisto, i co-fondatori della startup hanno voluto tranquillizzare subito i loro utenti: “Il nostro obiettivo numero 1 è sempre stato quello di realizzare i migliori prodotti possibili per i nostri utenti. Ciò non cambierà. Le nostre app continueranno a essere disponibili su Android e iOS gratuitamente. Siamo impegnati costantemente nel loro miglioramento”, hanno affermato Medlock e Reynolds.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]#Microsoft ha acquistato #SwiftKey per migliorare Cortana e sviluppare l’intelligenza artificiale[/tweet_box]   L’acquisizione è stata infatti confermata da ambo le parti, ovvero sia da SwiftKey, sia da Microsoft, che ha così commentato l’operazione: “Supporta la nostra ambizione di reinventare la produttività sfruttando l’intelligent cloud”. Tuttavia a Microsoft servirà SwiftKey anche per migliorare Cortana e per sviluppare ulteriormente i progetti legati all’intelligenza artificiale, da qui l’acquisizione di una società specializzata nello sviluppo di tecnologie relative all’intelligenza artificiale. Come ben saprete, la tastiera intelligente SwiftKey è sfruttabile per accelerare il processo di scrittura, semplicemente scorrendo un dito sui pulsanti della tastiera, in modo tale che il meccanismo che segua ragioni sul disegno creato dall’utente arrivando a comprendere la parola scritta. Secondo le ultime statistiche di SwiftKey, questo processo di scrittura veloce ha fatto risparmiare agli utenti ben 10 trilioni di battiture in 100 lingue diversi, per un risparmio complessivo di tempo di 100 mila anni. L’intelligenza artificiale adoperata in SwiftKey, infatti, è finalizzata a comprendere il messaggio che l’utente vuole scrivere e il suo perfetto funzionamento è anche la chiave principale del suo successo.   Anche Microsoft sta investendo pesantemente sull’intelligenza artificiale, dunque, andando ad arricchire un settore già di per sé affollato e di cui quest’anno sentiremo parlare quasi ogni giorno.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie, novità Microsoft, Nuove tecnologie, Intelligenza artificiale