Mediaset e Sky tra accordi e offerte bellicose, ma dove vedremo la Serie A?

Offerta Mediaset Premium pazzesca per resistere a Sky, ma ora si corre davvero il rischio di non vedere la serie A in tv il prossimo anno.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Offerta Mediaset Premium pazzesca per resistere a Sky, ma ora si corre davvero il rischio di non vedere la serie A in tv il prossimo anno.

Il caos regna sovrano nel mondo delle pay tv nostrane, Mediaset continua a cercare di contrastare lo strapotere che sta conquistando Sky a colpi di offerte super, ben consapevole del fatto che abbassare di netto i prezzi è l’unico sistema per riuscire a vendere una proposta che si è fatto davvero esigua. La domanda che tutti si fanno però è un’altra, come è andata a finire con i diritti tv per la Serie A dei prossimi tre anni?

Sky contro Mediaset, ma il vero nemico è MediaPro

Sin da quando è entrata nel bando della Lega, l’impressione che le aziende italiane hanno subito avuto è che il vero nemico fosse la compagnia spagnola MediaPro. Con un nemico in comune infatti Mediaset e Sky hanno siglato un clamoroso accordo che in pratica farà sì che le due pay tv si scambieranno un po’ di contenuti, sul satellitare infatti arriveranno i canali di cinema Premium, mentre invece sul digitale terrestre dovrebbe essere offerto un po’ dello sport che le reti di Mardoch da sempre trasmettono in Italia.

Di tutto si parla, fuorché della questione diritti tv della Serie A in questo clamoroso accordo siglato dalle due aziende rivali. Il nuovo bando di MediaPro infatti rischia di essere un nuovo buco nell’acqua, gli spagnoli infatti sperano di guadagnare qualcosina dal loro investimento, quindi dovranno arrivare più di un miliardo e 50 milioni spesi. Sky sembrerebbe intenzionata ad alzare un tantino la sua offerta, ma a far saltare tutto potrebbe essere proprio Mediaset che invece starebbe pensando addirittura ad abbassarla

Potrebbe interessarti anche: Netflix, a maggio esce Cargo, ecco gli altri titoli in uscita questo mese

Diritti tv Serie A, non se ne viene a capo

Tira proprio una brutta aria sulla vicenda e ad oggi ancora non se ne viene a capo. MediaPro starebbe addirittura pensando a ricontattare la lega per creare una canale tematico con lei, ma gli accordi non sono questi con l’Antitrust e quindi tale strada ci sembra impercorribile. La soluzione rimane quella di non pagare le restanti rate alla lega e far quindi saltare tutto, con il forte rischio che il campionato possa iniziare senza nessuna pay a possederne i diritti tv (ammesso che facciano poi iniziare davvero un campionato senza i fondi delle televisioni).

Per quanto riguarda le offerte, come dicevamo, Mediaset continua a dannarsi l’anima, oggi propone praticamente tutto il proprio palinsesto a soli 9,90 euro, anziché 36 euro. Ma andiamo a dare uno sguardo al bando presentato da MediaPro per la suddivisione del pacchetti: il pacchetto A presenta tutte e 380 le partite del campionato, di cui però nessuna in esclusiva. Il pacchetto B1 contiene 248 partite delle 8 big (le squadre saranno scelte attraverso una graduatoria offerta da LNPA secondo i dati risultanti dalla più recente indagine demoscopica) mentre il pacchetto B2 contiene le restanti 132 partite (entrambi i pacchetti sono riservati al digitale terrestre. Ci sono poi due pacchetti per l’Over The Top, quello denominato C1 C1”, contiene tutte e 380 le partite di ciascuna stagione, mentre il secondo, “C2”, contiene solo le 248 partite di 8 squadre. Stessa formula anche per l’IPTV con i pacchetti D1 e D2 divisi come in precedenza. Per gli pagnoli, l’unica speranza è quella di riuscire ad inserire nell’asta anche un altro competitor, altrimenti sarà difficile guadagnare da un investimento che, sin da subito, era apparso a tutti molto pericoloso.

Potrebbe interessarti anche: OnePlus 6, dopo i prezzi confermata anche la data di presentazione, rumors scheda tecnica

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie

I commenti sono chiusi.