Maps.me, la nuova app che vi fa viaggiare in bicicletta senza connessione

Un'app per spostarsi in bicicletta, ma non solo, ecco come funziona la piattaforma Maps.me.

di , pubblicato il
Un'app per spostarsi in bicicletta, ma non solo, ecco come funziona la piattaforma Maps.me.

Se cercate un’alternativa al servizio di Big G, allora Maps.me potrebbe essere la soluzione che fa al caso vostro. La piattaforma permette di scaricare mappe e consultarle in offline, un modo davvero agevole per raggiungere ad esempio destinazioni in bicicletta.

Maps.me, come funziona?

L’app permette, come dicevamo, di scaricare mappe offline sul proprio smartphone, basta avere il GPS attivo, per questa app infatti non è necessario WiFi, né connessione dati. Tale soluzione si dimostra ideale anche quando ad esempio siamo all’estero, situazione in cui i dati mobile non sono certo infiniti, utilizzando il GPS invece siamo coperti esenti da questa problematica. L’app si appoggia al progetto Open Street Maps, un sistema di mappe a contenuto libero che si basa sulla condivisione dei dati raccolti da migliaia di persone sparse nel mondo.

Ma passiamo alla parte tecnica del programma e vediamo come si utilizza. L’app è disponibile sia per iOS che per Android sui rispettivi store. Dopo il download e l’istallazione bisogna effettuare l’accesso alla memoria, nonché alla posizione e ai file del dispositivo. Questi permessi vengono naturalmente chiesti solo la prima volta. L’interfaccia presenta i vari pulsanti in basso, tra questi troviamo l’opzione “scarica le mappe” dove possiamo scegliere tutte le mappe che intendiamo scaricare o digitandone direttamente il nome nel campo ricerca.

Una volta scaricate le mappe che ci interessano, possiamo anche disconnettere la nostre rete e sfruttare esclusivamente il GPS. Per pianificare il percorso basta impostare il luogo di partenza e quello di destinazione, proprio come per tutti gli altri navigatori. Possiamo inoltre scegliere anche il percorso in base al mezzo di trasporto cliccando sulla frecciata obliqua racchiusa tra due puntini.

Tra le altre opzioni particolarmente interessanti c’è inoltre quella che permette di scaricare guide di viaggio, sia gratis che a pagamento.

Argomenti: