Uberall acquisisce MomentFeed per migliorare il location marketing che offre ai suoi clienti

Uberall acquisisce MomentFeed e migliora il suo location marketing.

di , pubblicato il
Uber

Il lokation marketing, o geomarketing, è diventato uno dei fattori chiave per l’economia del mondo digitale. Lo sa bene Uberall che raccoglie 115 milioni di dollari e decide di spenderli per acquisire MomentFeed, così da investire ulteriormente sui servizi di sua competenza, appunto il location-based marketing.

Location marketing, l’investimento di Uberall

Cosa si intende per location marketing? Si tratta di un sistema che consente ad aziende e negozi di individuare su uno specifico territorio un target di consumatori ai quali indirizzare messaggi pubblicitari mirati che saranno visualizzabili per mezzo di app apposite. Naturalmente, per rendere possibile tale sistema è necessario applicare tutta una serie di tecnologie. Uberall si occupa proprio di questo, ossia aggiorna le informazioni e fornirle agli operatori fisici e altri rivenditori per mantenere possibile tale sistema.

Ora inoltre ha annunciato un finanziamento di 115 milioni di dollari. Accanto a ciò, la startup berlinese sta effettuando un’acquisizione: sta acquistando MomentFeed, una società di location marketing con sede a Los Angeles, per continuare a espandere la propria attività. Il finanziamento è guidato dall’investitore londinese Bregal Milestone, con la partecipazione anche del management di Level Equity, United Internet e Uberall. Secondo le indiscrezioni il finanziamento valuta Uberall a circa $ 500 milioni e l’accordo per MomentFeed è stato concluso tra $ 50 milioni e $ 60 milioni.

Uberall e MomentFeed, combo per location marketing

Una gestione sovrapposta, questo il termine utilizzato da Florian Hübner, CEO e co-fondatore di Uberall, riguardo la partnership tra Uberall e MomentFeed. Quest’ultima ha creato una tecnologia specifica che arricchirà la piattaforma più ampia, come uno strumento particolarmente potente per misurare l’analisi del sentiment. Ecco le parole di Hübner: ”Siamo il catalizzatore di questo enorme ecosistema in cui permettiamo ai marchi di utilizzare tutto ciò che le altre piattaforme tecnologiche offrono nel miglior modo possibile”.

Potrebbe interessarti anche Automattic, già proprietario di WordPress, compra anche l’app Day One

Argomenti: