L’Intelligenza Artificiale arriva sulle chat di Google

Google sfrutterà l'Intelligenza Artificiale per lanciare un nuovo servizio di chatbot, un sistema capace di interagire con gli utenti umani come se fosse una persona reale.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Google sfrutterà l'Intelligenza Artificiale per lanciare un nuovo servizio di chatbot, un sistema capace di interagire con gli utenti umani come se fosse una persona reale.

L’Intelligenza Artificiale sarà sicuramente una delle parole chiave principali sul fronte tech dell’anno 2016: se ne parlerà e molto e impareremo a conoscere pregi e difetti di una tecnologia che spaventa molti e affascina altrettanti. Anche Google si è lanciata nel settore e vuole sedersi ovviamente in prima fila. La novità riguarderà prevalentemente un nuovo servizio di chat che prenderà il posto di Hangouts, lo strumento di comunicazione di Big G usato per offrire agli utenti un filo comune tra messaggistica e chat tradizionale, ma che non è mai veramente decollato come Mountain View aveva inizialmente previsto. E così la nuova chat che sfrutta l’Intelligenza Artificiale potrebbe essere già presentata nel corso della prossima primavera al pubblico, dopodiché introdursi gradualmente nei servizi offerti da Google ai suoi utenti.  

Più umano di Facebook M

Ma come funzionerà questa nuova chat di Google con IA annessa? Tale servizio dovrebbe essere una sorta di Facebook M, l’assistente personale integrato in Messenger che comunica con gli utenti e che fornisce tuttavia servizi abbastanza ristretti e semplici, mentre per quanto riguarda le formulazioni più complesse, queste sono lavorate da un team di umani, segno emblematico di come questo assistente con IA non vanti caratteristiche e peculiarità degne di una nuova tecnologia ottimizzata e messa a punto.  

L’evoluzione di Google Now

E sta proprio qui la differenza tra la nuova chatbot di Google e Facebook M: la prima, infatti, eliminerà drasticamente l’apporto umano, rispondendo alle domande degli utenti come se fosse una persona reale, un umano, riuscendo così a comprendere questioni anche più complesse, al punto tale che per noi utenti sarà molto difficile capire se dietro alle risposte forniteci ci sia un uomo o davvero una macchina. Quel che è certo, tuttavia, è che la nuova chat con IA di Google rappresenterà una sorta di evoluzione del già apprezzatissimo e funzionale Google Now e andrà a soppiantare letteralmente Google Hangouts, sperando di liberare Mountain View dallo scomodo semi-fallimento del suo servizio.  

Debutto nel 2016?

Dopo la rivoluzione – soprattutto estetica – di Google Plus e la riprogettazione dei Google Glass, Big G sta dunque ripensando a un nuovo modo di comunicare e di ottenere informazioni sfruttando l’Intelligenza Artificiale, realizzando così un sistema che presto potrebbe occupare anche diversi altri settori. Siamo davvero curiosi di conoscere questo nuovo servizio, con la consapevolezza che un’eventuale presentazione al pubblico potrebbe essere prevista già per la prossima conferenza Google I/O nella primavera del 2016 e con un debutto che dovrebbe venire gradualmente, prima in fase di test a un gruppo di utenti ristretto che dovranno sperimentare il servizio cogliendone vantaggi e svantaggi, e solo dopo accurati test sulla sua validità ed eventuali correzioni di bug et similia, essere aperto e disponibile a un pubblico più ampio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat, novità Google, Nuove tecnologie

Leave a Reply