La rivincita di Android sui malware: -50% nel 2014

Google ha pubblicato un report relativo alla sicurezza su Android nel 2014: i risultati finali parlano di un -50% dei malware grazie all'ottimizzazione dei sistemi di sicurezza.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Google ha pubblicato un report relativo alla sicurezza su Android nel 2014: i risultati finali parlano di un -50% dei malware grazie all'ottimizzazione dei sistemi di sicurezza.

Un report di Google sulla sicurezza Android nel 2014 ha entusiasticamente affermato come nel 2014 sia stato abbattuto il 50% dei malware. Inoltre, con 1 miliardo di device collegati al Play Store, solo l’1% è stato infettato da un’app potenzialmente pericolosa, mentre chi utilizza app provenienti solo dallo store di Google, soltanto lo 0,15% ha presentato problemi di questa natura. Si legge infatti nel report – lungo 44 pagine – che il sistema di sicurezza di Google finalizzato a proteggere per Android ha aumentato la protezione per gli utenti proprio contro i malware.   I due più importanti aggiornamenti effettuati nel 2014 sono stati quelli di Android 4.4 e Android 5.0 ed entrambi hanno presentato diversi interventi di sicurezza finalizzati a proteggere gli utenti dai rischi alla sicurezza e alla privacy attraverso patch finalizzate a scoprire le vulnerabilità. Attraverso Verify Apps, Safety Net e altri sistemi di sorveglianza, il team di sicurezza di Android ha monitorato e continua a monitorare tutte quelle vulnerabilità che colpiscono il sistema operativo, riducendo drasticamente la percentuale di dispositivi Android infetti nel 2014 rispetto al 2013.   Al fine di fornire agli sviluppatori gli strumenti e la sicurezza necessaria nell’effettuare gli aggiornamenti delle applicazioni, attraverso strumenti come Verify Apps si è stati capaci di bloccare, controllare e segnalare tutte le vulnerabilità più rischiose. Sotto questo aspetto, la crescita di Verify Apps nel controllo delle applicazioni è stata esponenziale, come potete vedere nel grafico qui sotto estrapolato dal report:   verify-apps-2014   Così come è cresciuto anche il numero dei dispositivi scansionati, precisando tuttavia che Verify Apps non ha l’accesso a dati personali e a informazioni sensibili:   number-device-scans   Si evidenzia ancora una volta come i dispositivi Android che scaricano esclusivamente dal Play Store siano meno esposti alle PHA (Potentially Harmful Apps) come si evince da questo altro grafico:   devices-with-pha   Il decremento dei device Android infettati è stato comunque evidenti. Il report fa anche sapere come i dispositivi localizzati in Gran Bretagna, Stati Uniti, Paesi arabi e Indonesia abbiano registrato un calo di circa il 75% delle installazioni di queste app potenzialmente pericolose in tutto il 2014.   Il report si conclude con una serie di grafici che evidenziano il livello di pericolosità e di (de)crescita dei malware di ogni tipo, denotando come il sistema di sicurezza Android sia migliorato negli ultimi tempi. Poche speranze ci sono invece per gli OS più vecchi di Android 4.4, i quali sono sicuramente più esposti ai pericoli a causa delle mancate patch di sicurezza. Forse una mossa strategica per spingere gli utenti a cambiare dispositivo, ma il motivo è da ricercare anche in una tecnologia utilizzata dagli sviluppatori che da Android 4.4 non è stata più utilizzata. Un modo in più per essere e mantenersi sicuri. E per spingere gli utenti Android ad aggiornarsi con nuovi device.     Fonte | Android Security 2014 Year in Review (Google Report)

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sistemi operativi, Sicurezza

Leave a Reply