La crescita inarrestabile delle tecnologie indossabili: ecco le stime

Il settore delle tecnologie indossabili è in forte crescita nel primo trimestre 2015: crescita che aumenterà esponenzialmente con i dati relativi ae vendite di Apple Watch.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il settore delle tecnologie indossabili è in forte crescita nel primo trimestre 2015: crescita che aumenterà esponenzialmente con i dati relativi ae vendite di Apple Watch.

Il settore delle wereables sta registrando una crescita esponenziale negli ultimi tempi, non solo in termini di prodotti introdotti sul mercato, ma anche di vendite. Sembra infatti che i consumatori stiano comprendendo l’enorme potenziale di cui godono le tecnologie indossabili e stiano premiando il settore acquistando soprattutto smartwatch e smartband. Secondo l’istituto di ricerca IDC, infatti, nel primo trimestre del 2015, la vendita dei dispositivi indossabili è cresciuta del 200%: 11,4 milioni di unità vendute, quasi il quadruplo delle 3,8 milioni di vendite registrate nei primi 3 mesi del 2014.   Tra i colossi del settore che spiccano nel cuore dei clienti vi sono Fitbit e Xiaomi, entrambe molto lanciate nel settore dei braccialetti intelligenti dedicati al fitness. Non mancano poi Garmin e Samsung, con quest’ultima azienda, quasi a sorpresa, fuori dal podio con le sue 600 mila unità vendute. Tutto questo in attesa dell’Apple Watch ovviamente, dal 26 giugno anche in Italia, che dovrebbe incrementare ulteriormente questi dati, e anche di molto stando alle prime impressioni.   Infatti, un’analisi di Global Equities ha riportato come le stime degli ordini dell’Apple Watch si aggirino attorno alle 7 milioni di unità, con una consegna di 2,5 milioni di dispositivi già effettuata e altri 5 milioni stimati entro la fine di giugno. 7 milioni di unità, vale a dire più di Xiaomi (2,8 milioni di unità) e Fitbit (3,9 milioni), cifra che ovviamente farebbe balzare Apple sul gradino più alto del podio di questa classifica, distaccata ampiamente dalle aziende concorrenti.   Non una grande sorpresa, ma stupisce comunque il notevole distacco tra Apple e Samsung, con quest’ultima che si è prodigata per prima a realizzare dispositivi indossabili che però, forse a causa del voler accorciare i tempi per forza, non hanno sempre incontrato i gusti del pubblico, dimostratosi piuttosto indifferente per lo più. Certamente questi dati danno adito alla possibilità sempre più concreta di una tempesta nel settore, con milioni di possibilità all’orizzonte che le grandi aziende vorranno accaparrarsi per conquistare la fetta più grande del business. A oggi, Apple sembra avanti a tutti. E forse lo sarà ancora per molto tempo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tecnologie indossabili

I commenti sono chiusi.