iPhone 8 potrebbe presentare un laser 3D nella camera posteriore per funzioni AR

Un nuovo report, diffuso poche ore fa, annuncia la possibile presenza di un laser 3D per la fotocamera posteriore in vista di funzionalità AR (e non solo).

di , pubblicato il
Un nuovo report, diffuso poche ore fa, annuncia la possibile presenza di un laser 3D per la fotocamera posteriore in vista di funzionalità AR (e non solo).

Apple sta lavorando su un sistema laser 3D che renderebbe la fotocamera posteriore di iPhone 8 molto più adatta a catturare immagini con maggiore profondità di campo in vista dello sviluppo di app con funzionalità di Realtà Aumentata, oltreché per migliorare e velocizzare l’autofocus. Il report proviene, anche questa volta, da Fast Company, che cita una fonte considerata autorevole e proveniente da chi conosce i piani e gli schemi di lavoro della compagnia.

Qui, iPhone 8 avrà un prezzo che partirà da 1200 dollari e il Touch ID in un posto ‘impensabile’.

Come funzionerà il laser 3D fotocamera posteriore di iPhone 8

Si dice che iPhone 8 potrebbe usare un sistema laser di tipo VCSEL (vertical-cavity surface-emitting laser) per la fotocamera posteriore, che già da qualche tempo gli analisti sostengono che sarà aggiunto al dispositivo. Ci sono state anche news più aggiornate secondo le quali Apple avrebbe affidato la produzione della tecnologia ad aziende come Lumentum e Finisar. I vantaggi del sistema VCSEL sono parecchio elevati: maggiore velocità da un lato ma anche maggiore profondità di campo (e di misurazione) per finalità di Realtà Aumentata, con in aggiunta un autofocus nettamente più veloce quando si scatta una fotografia. Ecco cosa dice la fonte (la traduzione è nostra):

Il sistema laser VCSEL calcola la distanza che la luce attraversa dal laser all’obiettivo e ritorno, e genera una misura di TOF (Time of Flight). Il sistema consiste di una fonte (il laser VCSEL), di una lente, di un sensore e di un processore. L’intero dispositivo costa circa 2 dollari per smartphone.

Non è certo una grande sorpresa che Apple stia lavorando alla Realtà Aumentata per iPhone 8: del resto, è stato già reso disponibile lo strumento per gli sviluppatori ARKit su iOS 11 proprio per questo motivo. In più, anche la fotocamera frontale dovrebbe presentare un sensore 3D per il riconoscimento facciale. Sembra, comunque, non essere ancora certo nulla: Apple sta lavorando, dice Fast Company, ma i problemi che sta incontrando, lato software, sono parecchi anche in questa direzione.

Ecco che iPhone 8 stupisce e delude: splendida la variante ‘specchio’ ma la ricarica wireless arriverà in ritardo.

Problemi Apple per iPhone 8: uno sviluppo complesso

Secondo la fonte, Apple sta affrontando una serie di questioni riguardanti iPhone 8 con grande lavoro e tutto può restare fluido, per quanto concerne le features, fino alla fine. Quello che si intende dire è che tutte le tecnologie più avanzate che Cupertino sta promettendo sono ancora in fase di sviluppo e il tempo sembra stringere. Soltanto nella giornata di ieri, Fast Company aveva citato un’altra fonte in cui si parla di ‘panico’ in casa Apple a causa della difficoltà nel venire a capo ad una serie di questioni software, dalla ricarica wireless a induzione ai sensori 3D passando proprio per il nodo del Touch ID. insomma, una corsa contro il tempo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , ,

I commenti sono chiusi.