iPad e tablet in declino? Ecco gli ultimi dati IDC

iPad e tablet Samsung in calo, ma è tutto il settore a soffrire secondo gli ultimi dati IDC: di chi è la colpa?

di Daniele Sforza, pubblicato il
iPad e tablet Samsung in calo, ma è tutto il settore a soffrire secondo gli ultimi dati IDC: di chi è la colpa?

Sarà per una mancata e profonda innovazione nel settore, o forse per la crescita del mercato degli smartphone – sempre più phablet – ma i tablet stanno conoscendo una fase calante mai vista. Mancano di appeal, di fascino e anche di interesse ormai, visto che nel settore dei tablet tutto sembra già stato detto. iPad, nonostante guidi la classifica, va incontro a un forte decremento delle vendite, che però sembra non toccare i dispositivi delle altre marche – esclusa Samsung – da Lenovo a LG passando per Huawei. Insomma, il 2015 sarà ricordato come l’annus horribilis delle tavolette Apple e Samsung, ma tranquilli, si potrà fare ancora peggio nel 2016, a meno che i nuovi iPad che Apple ha intenzione di presentare a ottobre ne rilancino il mercato. Però gli ultimi dati IDC parlano chiaro: meglio un phablet che un tablet.  

Tablet in declino

I dati IDC si riferiscono al secondo quarto del 2015 e parlano di una forte contrazione nelle vendite di iPad, con una distribuzione che dai 13,3 milioni dell’anno scorso è scesa a 10,9 milioni di unità, vale a dire una decrescita di 3,2 punti percentuali del market share, che fa scivolare i tablet Apple al 24,5% della quota di mercato. Abbastanza staccata da Cupertino la rivale più temibile, Samsung, che dagli 8,6 milioni del 2014, è arrivata a 7,6 milioni con una contrazione dell’1% del suo market share, scivolando così al 17%, 7,5 punti percentuali in meno rispetto all’azienda della mela.   In controtendenza i tablet Lenovo, Huawei e LG che registrano segno positivo nel 2015: Lenovo passa dalle 2,4 milioni di unità distribuite alle 2,5, aumentando il proprio market share dello 0,8%. Segue Huawei che raddoppia le vendite dei tablet rispetto al 2014, passando da 0,8 milioni  a 1,6 milioni di unità e incrementando il proprio market share del 2%. Infine chiude la lista LG, che passa dalle 0,5 milioni di unità alle 1,6 milioni con un positivo +2,6% rispetto alla quota di mercato dello scorso anno.   tabella-tablet  

Le cause del calo

Nonostante la crescita dei marchi “minori” – se così si possono definire – i numeri di IDC risultano abbastanza emblematici di come il settore dei tablet non tiri più come una volta. Le cause di questo declino sono da additarsi alla crescita dei phablet, ovvero smartphone equipaggiati con display pari o superiori a 5,5 pollici con i quali ormai si possono fare tutte le cose che si facevano con i vecchi tablet da 7 pollici, ma anche alla mancanza di innovazione e novità che permea questi dispositivi, una via di mezzo tra lo smartphone e il computer, ma forse né troppo l’uno né troppo l’altro: un ibrido che sembra perdere di valore con l’avanzata dei phablet e dei notebook economici, ma che però potrebbe conoscere una nuova vita sotto l’aspetto aziendale e produttivo. Staremo a vedere.     Fonte e Tabella | IDC

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tablet

Leave a Reply