Immuni, false email fanno scaricare virus sul dispositivo per svuotare conto

E' il giorno di Immuni, partono i test oggi, ma intanto gli hacker ne approfittano per fare una truffa.

di , pubblicato il
E' il giorno di Immuni, partono i test oggi, ma intanto gli hacker ne approfittano per fare una truffa.

Non poteva mancare il tentativo di frode intorno all’app Immuni, scatta la finta email che tenta di scaricare un virus informatico ai danni di poveri e ignari internauti.

Immuni, scatta la truffa

Parte oggi in via sperimentale il test per Immuni, l’app che ci dovrebbe aiutare nel tracciamento dei nostri contatti e potenziali futuri positivi. Il test parte in 4 regioni italiane, che sono Puglia, Liguria, Marche e Abruzzo. I criminali del web però non hanno perso l’occasione per approfittare di questa opportunità e inscenare una truffa ai danni di coloro che inconsapevolmente finiranno per essere vittima dell’attacco hacker.

Agid-Cert, la struttura del governo che si occupa di cybersicurezza, ha infatti fatto sapere che è in atto una campagna di virus informatici. Non bastava il Covid, ora anche quello informatico prende d’assalto gli italiani. Il malware si chiama FuckUnicorn e diffonde un ransomware. L’attacco arriva via mail, si spaccia per la federazione Farmacisti italiani (FOFI) e chiede di scaricare l’app.

Naturalmente, non si tratta di Immuni ma di un fake che indirizza su un link fasullo atto appunto a scaricare sul vostro dispositivo un virus che permetterà poi agli hacker di prendere possesso del vostro smartphone, setacciando password e conti del vostro home banking. Cosa fare? Ovviamente diffondere la notizia in questione mettendo in guardia amici e parenti, per scaricare l’app Immuni bisogna andare negli store ufficiali, quindi diffidare da questi messaggi sospetti.

Potrebbe interessarti anche Coronavirus, la mappa tech per districarsi tra le vie del contagio

Argomenti: ,