Immuni e le altre app, come si stanno difendendo contro il Coronavirus all’estero?

In Italia abbiamo Immuni, cosa c'è invece all'estero?

di , pubblicato il
In Italia abbiamo Immuni, cosa c'è invece all'estero?

Sono ormai quasi 7 milioni gli italiani che hanno scaricato Immuni, l’app di tracciamento che dovrebbe aiutarci in questa seconda fase segnalando i contatti in forma anonima che hanno contratto il Coronavirus. il problema però è che per funzionare tale app deve raggiungere almeno il 60% della popolazione, cioè devono scaricarla ancora una trentina di milioni di italiani, in parole povere. Ma cosa c’è invece all’estero? Quali sono le app che nelle altre nazioni stanno utilizzando per difendersi dal Covid 19?

Immuni all’estero

Immuni in Italia, StopCovid in Francia, Radar COVID in Spagna, Corona-Warn-App in Germania, NHS COVID-19 nel Regno Unito, StayAway Covid in Portogallo, Stopp Corona in Austria, COVID Tracker in Irlanda. Queste le app che in giro per l’Europa stanno provando a contrastare l’avanzata dell’epidemia. Non tutti i paesi però hanno accolto le app allo stesso modo. Da noi ad esempio c’è stata grande polemica intorno al problema della privacy.

Nelle ultime settimane, dopo l’arrivo della seconda ondata, sono aumentati i download, ma sono ancora poca cosa rispetto a paesi come la Germania e il Regno Unito, dove il numero di download è rispettivamente di 18 e 12 milioni circa. Molto tiepida invece l’accoglienza in Francia, dove l’app nazionale è stata scaricata appena 2,5 milioni di volte. Anche in Francesi infatti si sono detti molto diffidenti.

Intanto, gli sviluppatori e i vari cervelloni stanno sviluppando un nuovo sistema chiamato sistema Gateway, il quale sarebbe in grado in futuro di permettere alle varie app situate sui diversi territori nazionali di comunicare tra loro, così da rendere possibile anche l’interazione tra i vari tracciamenti e le informazioni catalogate e riportate nei singoli territori, info sicuramente non da poco se vogliamo prima o pio iniziare a viaggiare più sereni anche all’estero e accogliere i turisti con maggiore tranquillità.

Potrebbe interessarti anche Mappa tech Coronavirus in Italia, boom di positivi, ora si trema davvero

Argomenti: ,