Il lungo addio a Ralph H. Baer: padre della prima console

Il 6 dicembre 2014 è morto Ralph H. Baer, padre fondatore delle console e dei videogiochi: a lui si deve la prima console al mondo, Magnavox Odissey, ma anche molto altro.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il 6 dicembre 2014 è morto Ralph H. Baer, padre fondatore delle console e dei videogiochi: a lui si deve la prima console al mondo, Magnavox Odissey, ma anche molto altro.

Si è spento alla veneranda età di 92 anni Ralph H. Baer, padre delle console e dei videogiochi, pioniere della tecnologia e dell’elettronica, forse il primo uomo sulla Terra ad aver capito che il semplice televisore avrebbe potuto offrirci qualcosa in più. Si parla di lungo addio, perché ogni volta che giocheremo a un videogioco grazie alla nostra console, qualunque essa sia, un pensiero andrà proprio a lui: senza Baer, infatti, non ci sarebbero state né PlayStationXbox One e forse neppure il Commodore 64. Di certo non ci sarebbe stata la Magnavox Odyssey, la prima vera console di cui Baer è il padre diretto. E poi, naturalmente, non ci sarebbero stati i videogiochi. O, forse, sarebbero semplicemente arrivati più tardi.  

Cosa dobbiamo a Ralph H. Baer

Ralph H. Baer è morto il 6 dicembre: tedesco naturalizzato statunitense, è stato premiato da George W. Bush con la Medaglia Nazionale di Tecnologia Americana, mentre nel 2010 è stato introdotto alla National Inventors Hall of Fame. Titoli non da poco, ma meritatissimi: nel 1966 dette vita alla prima console mai realizzata: Brown Box, oggi oggetto da museo, esposto attualmente al National Museum of American History dello Smithsonian Instituion di Washington. Quella che appare qui sotto è una replica. brown-box Brown Box era solo un prototipo di quella che poi sarebbe divenuta una console ormai divenuta nota, un vero e proprio pezzo di antiquariato ma prestigiosissimo, ovvero Magnavox Odyssey.   SONY DSC   La prima console uscì il 24 maggio 1972, e rappresentò una vera e propria rivoluzione, con un successo molto importante negli Stati Uniti. Di seguito, infatti, apparvero sul mercato altre console come Atari, Commodore 64 e Nintendo che oggi tutti conosciamo e che forse molti di noi ricorderanno bene avendoci giocato quando eravamo adolescenti.   A Baer si devono però altre invenzioni senza le quali oggi l’industria videoludica non sarebbe così divertente: innanzitutto i videogiochi, visto che Baer disegnò il celebre Simon…   simon-baer   … e contribuì alla realizzazione di altri videogiochi ormai divenuti pezzi di storia, come il primordiale Chase e Maniac.   maniac-baer   Oltre a questo, Baer realizzò anche il primo accessorio da utilizzare per migliorare l’esperienza videoludica, ossia la Light Gun, una pistola ottica in grado di sparare ai bersagli che compaiono sullo schermo televisivo.   light-gun-baer     Per questo motivo quello a Ralph H. Baer non può essere un addio fulmineo: ogni qualvolta ci ritroveremo ad accendere la nostra console, a sparare con un fucile ai soldati che appaiono nello schermo televisivo, o a emozionarci come bambini di fronte a bellissimi videogiochi, è a Baer che dobbiamo pensare. E’ lui che non dobbiamo mai smettere di ringraziare.   Foto | Ralph Baer | Computer History    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Console

Leave a Reply