Il futuro di Nokia passa per smartwatch ed eHealth

Nokia ha acquistato la startup francese Withings per lanciarsi nel settore degli smartwatch e dei dispositivi finalizzati al monitoraggio della salute.

di , pubblicato il
Nokia ha acquistato la startup francese Withings per lanciarsi nel settore degli smartwatch e dei dispositivi finalizzati al monitoraggio della salute.

Ci sono aziende che ci restano nel cuore, perché hanno segnato il nostro passato in un modo o nell’altro: tra queste non si può non annoverare una società finlandese che corrisponde al nome di Nokia, che ricordiamo nostalgicamente per i suoi smartphone “rugged” senza il bisogno di pronunciare quell’etichetta sulla confezione. Dopo una breve parentesi “derubata” da Microsoft, Nokia tornerà sul mercato degli smartphone, ma guarderà anche al futuro attraverso lo sviluppo di nuovi, diversi prodotti: tra questi figurano smartwatch e dispositivi legati alla eHealth, ovvero alla salute digitale. Tutto questo nasce dall’acquisizione da parte della società scandinava dell’azienda Withings, brand specializzato nello sviluppo e nella realizzazione delle tecnologie indossabili. La startup francese è stata rilevata per 170 milioni di euro.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]#Nokia rileva #Withings: tecnologie indossabili in arrivo[/tweet_box]   Nokia sarebbe rimasta colpita dall’estetica e dalle funzionalità degli smartwatch e degli altri dispositivi presentati da Withings in occasione dello scorso CES 2016 di Las Vegas. Questo focalizzato interesse l’ha spinta a rilevare la maggioranza delle quote azionarie e a servirsene per rientrare sul mercato, seppure da un’altra porta rispetto a quella degli smartphone: dopo un tablet passato piuttosto inosservato – Nokia N1, equipaggiato con OS Android – l’azienda finlandese avrebbe pensato di puntare fortemente sul mercato delle tecnologie indossabili e sui dispositivi incentrati sul monitoraggio della salute. L’affare dovrebbe concludersi nel terzo trimestre di quest’anno, dunque entro il mese di settembre, periodo nel quale Withings sarà parte integrante di Nokia Technologies.   Ciò significa che Nokia Technologies, a partire da questo autunno, disporrà di una divisione Withings alla cui testa andrà l’attuale CEO della startup, Cédric Hutchings: assieme a lui, andrà un personale di circa 200 unità e un’ampia gamma di prodotti connessi appartenenti all’azienda. Il Presidente di Nokia Technologies, Ramzi Haidamus, ha entusiasticamente commentato la nuova sinergia professionale: “Withings condivide la nostra visione per la sanità digitale e propone prodotti intelligenti e ben progettati che aiutano le persone a vivere più in forma”.   Oltre agli smartwatch, settore in cui si è fatta un gran nome, Withings è specializzata anche nella produzione di smartband e di altri dispositivi finalizzati al monitoraggio della salute: dalla qualità del sonno al controllo della pressione arteriosa, dalla misurazione dell’attività fisica al controllo del peso e del battito del cuore. Smartband, smartwatch, dispositivi domotici e tanti altri prodotti connessi fanno parte del suo ampio portafoglio di prodotti, che a partire dall’autunno 2016 entreranno a pieno regime nel novero dei prodotti Nokia.

  Con questa acquisizione, la società scandinava concretizza il suo forte interesse e apporto all’Internet delle Cose, dando voce all’investimento già annunciato nel scorso febbraio nel settore ammontante a circa 350 milioni di dollari. Tutto questo, ovviamente, in attesa dei nuovi smartphone che potrebbero arrivare già nel 2017.

Argomenti: , , , ,