I teenager preferiscono WhatsApp: Facebook è morto?

Che il 2013 sia l'inizio della fine per Facebook? Secondo uno studio inglese, sembrerebbe proprio di sì, almeno a quanto riportano i teenager: questi ultimi, in fuga dai genitori iscritti in massa sul social di Zuckerberg, emigrano Twitter e preferiscono servizi come WhatsApp e Snapchat. E' davvero la fine per Facebook?

di Daniele Sforza, pubblicato il
Che il 2013 sia l'inizio della fine per Facebook? Secondo uno studio inglese, sembrerebbe proprio di sì, almeno a quanto riportano i teenager: questi ultimi, in fuga dai genitori iscritti in massa sul social di Zuckerberg, emigrano Twitter e preferiscono servizi come WhatsApp e Snapchat. E' davvero la fine per Facebook?

Facebook è morto? Secondo uno studio britannico, la risposta è sì.

Un campione di teenager dell’Unione Europea tra i 16 e i 18 anni, infatti, ha decretato il controverso verdetto: Facebook viene utilizzato solo per restare in contatto con i parenti lontani.

Tra i social network spopola di più Twitter, considerato più “cool”, mentre tra i servizi di instant messaging spiccano Snapchat e l’intramontabile WhatsApp

 

 

AGGIORNAMENTO – La profezia sulla morte di Facebook continua (ma arriva anche la risposta)

Due ricercatori di Princeton hanno profetizzato un declino di Facebook entro il 2017, con un’emorragia di utenti dell’80% nei prossimi 4 anni. Facebook, però, non ci sta, e accantonando la sua proverbiale calma, ha deciso di rispondere a tono (ma con molta ironia) alla prestigiosa università. Vi consigliamo di cliccare sui link qui sotto per leggere tutta la diatriba e, magari, fateci sapere da che parte state. 

 

LEGGI ANCHE

Facebook come MySpace: 80% di utenti in meno entro il 2017?

Facebook contro Princeton: “Morirà entro il 2020” (ma è solo ironia)

 

Per Facebook il 2013 è l’anno del declino?

Il 2013 è l’anno dell’inizio del declino per Facebook? Secondo lo studio sì: Facebook viene abbandonato dai teenager, questi ultimi preferiscono lanciarsi su altre piattaforme, anche perché lontani dal controllo familiare. Così padri e madri controllano ciò che fanno i propri figli e questi ultimi preferiscono abbandonare il lido di Facebook per avventurarsi in nuovi social network dove l’anonimato è più garantito o in servizi dove è più facile restare in contatto costante con i propri amici.

 

Secondo i teenager, Facebook è meglio per gestire le foto o per organizzare eventi o, ancora, per “spiare” i dati e le informazioni degli “amici”. Per quanto riguarda l’invio di messaggi istantanei, i teenager preferiscono di gran lunga WhatsApp, inseguito sorprendentemente da Snapchat, utilizzato di più per parlare con gli amici intimi, così come il social network Twitter, che negli ultimi anni ha riscosso un notevole successo e registrato un grande balzo di popolarità.

 

E voi cosa ne pensate di Facebook, oggi?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat, Social Network