Hacker AnonPlus colpisce ancora, tempo fa aveva hackerato anche Salvini

Anche Symantec, tra le principali aziende di antivirus, fa la figura del pollo e si fa hackerare da AnonPlus. Quali motivazioni spingono questi hacker?

di , pubblicato il
Anche Symantec, tra le principali aziende di antivirus, fa la figura del pollo e si fa hackerare da AnonPlus. Quali motivazioni spingono questi hacker?

Ancora una volta AnonPlus miete vittime, stavolta il collettivo di hacker è riuscito nell’impresa di farsi beffe proprio di colui che li combatte, colpito uno dei più importanti siti antivirus, ovvero Symantec.

Symantec colpita da hacker

Nella notte tra il 4 e il 5 maggio anche un sito del gruppo Symantec ha provato l’onta dell’hackeraggio, macchia ancora più grossa se si pensa che il lavoro dei ricercatori è proprio quello di combattere questo tipo di attacchi evitando che capitino ai normali siti web. A quanto pare, il sistema di difesa del sito in questione era tutt’altro che a prova di hacker, e quindi anche un big dell’antivirus è caduto sotto i colpi irrispettosi di AnonPlus. Tempo fa era capitato alla Lega finire nel mirino degli hacker. Il simbolo, ormai noto, del collettivo, un uomo in abito nero elegante, con una grossa croce al posto della testa, è apparsa diverse volte sulle pagine di Salvini, leader del carroccio.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp regalo Adidas, attenzione questa volta non è una semplice bufala

In quel caso avevano anche reso note le mail dello staff della Lega, ben 23 GB di materiale.
A finire però sotto questi neo terroristi del web in passato anche il Partito Democratico, per rimanere in campo politico, ma anche il sito di Libero Quotidiano. Stavolta però il bersaglio è internazionale e giustamente la notizia sta facendo il giro del web anche dalle altre parti del pianeta. Stavolta, a differenza delle altre “intrusioni”, nessun dato è stato rubato dall’archivio del sito colpito, l’attacco si è quindi limitato a pura dimostrazione di forza da parte del collettivo di hacker.

Server ancora fuori uso per la pagina di K9 Web Protection, strumento utilizzato principalmente in ambito domestico per proteggere i computer da virus. Al momento è infatti possibile vedere la classica scritta informativa relativa al malfunzionamento della piattaforma, nonostante si sia già ripreso il controllo della stessa. Ma qual è lo scopo di AnonPlus? Il collettivo comunica: “AnonPlus mette offline siti che contribuiscono attivamente al controllo delle masse, i quali, manipolando informazioni e opinioni, creano false realtà”. In questo caso, le motivazioni sarebbero legate al fatto che i grandi big del settore antivirus detengono un monopolio esclusivo sui software, tanto che all’acquisto di nuovi pc ce li ritroviamo già piazzati e installati.

Ti potrebbe interessare anche: Google lancia l’IA anche in News, cambierà il modo di fare informazione 

Argomenti: