Guida Autonoma, ci scappa il morto: tragedia in USA, Suv Uber uccide una donna

Tragedia in Arizona, auto Uber a guida autonoma travolge donna e la uccide. L'azienda ferma immediatamente tutti i test in corso negli Usa.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Tragedia in Arizona, auto Uber a guida autonoma travolge donna e la uccide. L'azienda ferma immediatamente tutti i test in corso negli Usa.

Alla fine, come molti temevano, il morto ci è scappato davvero. La tecnologia della guida autonoma presenta ancora molti limiti, lo sa bene ora Uber che ha immediatamente fermato i test per la sperimentazione su strada delle auto self driving.

Guida autonoma, SUV investe donna

L’imprevedibilità umana ancora una volta rimane intelligibile per la macchina, sociologi e filosofi avevano messo in guardia, decreti e regolamentazioni varie non hanno potuto evitare il peggio, alla fine il SUV che si muoveva a Tempe, in Arizona, ha investito la donna che attraversava la strada senza utilizzare le canoniche strisce pedonali. Errore fatale per la povera vittima, ma anche per l’auto che ora finisce sotto inchiesta con tutta l’azienda.

Potrebbe interessarti anche: Equinozio di primavera 2018, quest’anno si anticipa di un giorno, ecco perché

Uber ha infatti immediatamente fermato i test in Usa, ma si profilano ripercussioni su tutto l’ambiente. La tecnologia della guida autonoma e ben lungi dall’essere affidabilissima al 100%, proprio per quel motivo da sempre sottolineato dagli scettici, l’impossibilità di prevedere gli errori degli uomini, in questo caso quello della donna che attraversa lontano dalle strisce pedonali. C’è da dire comunque che Uber aveva assicurato che la sua tecnologia era comunque in grado di sopperire alle mancanze umane, ci viene da chiedere infatti perchè l’auto non abbia comunque rilevato l’ostacolo davanti a sé.

E dire che proprio Uber si accingeva a vendere la propria tecnologia, giudicata superiore alle altre, anche ad esterni, vicino infatti sembrava già l’accordo con Toyota. Ora, si teme un grosso freno per tutte le altre aziende che dovranno fare i conti probabilmente con regolamenti e restrizioni ancora più severi. Nel SUV era presente anche un pilota supervisore, ma il tempo necessario per intervenire non è bastato e l’auto ha travolto la donna. La tragedia è servita. E molti, ancora una volta, lo avevano predetto.

Potrebbe interessarti anche: Computer IBM più piccolo di un granello di sale, sarà integrato ad ogni device

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nessuno