Google punta al layout responsive per l’indicizzazione mobile dei siti

Indicizzazione mobile, a breve si cambia. Importanti notizie da Google per i webmaster, ora Big G punta forte sul layout responsive. Ecco i consigli.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Indicizzazione mobile, a breve si cambia. Importanti notizie da Google per i webmaster, ora Big G punta forte sul layout responsive. Ecco i consigli.

Novità sul fronte Google per tutti coloro che gestiscono un sito web, Big G sta puntando con molta forza al layout responsive per l’indicizzazione mobile dei siti web. Andiamo a dare uno sguardo alle nuove linee guida che determineranno l’indicizzazione all’interno della SERP di pagine e siti.

Google e le nuove linee guida dell’indicizzazione in SERP

Chi ha progettato il proprio sito dando importanza al layout responsive presto dovrebbe vedere importanti frutti. Innanzitutto, due parole sull’argomento in questione. Il responsive web design, a differenza del layout fisso, dà importanza ai contenuti non soltanto come testo, ma anche come logo, menù e così via. In sintesi, tale tecnologia, nata dall’esigenza di offrire anche agli utenti mobile una navigazione fluida, dà la possibilità a un sito web di rispondere al suo ambiente in maniera reattiva, di guardare alle cose che lo circondano e di riaggiustare automaticamente gli elementi che lo compongono, mantenendo al tempo stesso l’usabilità e navigabilità del sito e concentrandosi sulla priorità dei contenuti.

Leggi anche: Google e la guerra alle fake news, da ora è fondamentale rivelare l’origine del sito

Di conseguenza, è inevitabile pensare che per coloro che invece si affidano ancora ad una progettazione stile desktop, ci saranno pesanti penalizzazioni da parte di Google. E’ importante quindi iniziare sin da subito a fare una rinfrescata al proprio sito e renderlo più responsive possibile, così da favorirne l’indicizzazione su Google anche da mobile, così da non perdere traffico quando il cambiamento di Google sarà perfezionato.

Google cambia, i suggerimenti di Big G

Per fortuna Big G non ci lascia mai del tutto soli e spaesati nel marasma del web. In arrivo subito i primi suggerimenti per i webmaster così da prepararsi al cambiamento. Tra i consigli più importanti ci sono: assicurarsi che la controparte mobile del sito abbia contenuti di qualità, che le informazioni siano ben strutturate a livello di link e che i metadati siano equivalenti a quelli delle pagine desktop. Al momento il nuovo algoritmo è in fase di test su determinati e limitati siti, dopodiché partirà in pianta stabile esteso su tutto il motore di ricerca. Vi abbiamo avvisati.

Leggi anche: Alert browser, la pagina che rovina i nostri smartphone, ecco cosa fare

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Google