Google prepara smartphone con riconoscimento facciale

Una recente partnership stretta tra Google e Movidius ha suscitato molto interesse e curiosità: a breve saranno lanciati sul mercato smartphone dotati di tecnologia di riconoscimento facciale.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Una recente partnership stretta tra Google e Movidius ha suscitato molto interesse e curiosità: a breve saranno lanciati sul mercato smartphone dotati di tecnologia di riconoscimento facciale.

Nel 2016 sentiremo spesso parlare di nuove tecnologie che nel 2015 abbiamo sentito o letto già di frequente. Tra le ultime notizie in merito, ha fatto discutere la recentissima partnership tra Google e una società specializzata nello sviluppo di tecnologie dedicate al riconoscimento facciale, denominata Movidius. Da questa collaborazione nasceranno nuovi smartphone Google dotati proprio di tale tecnologia e che potrebbero essere introdotti sul mercato molto presto. Ovviamente ancora non si conosce praticamente nulla di questi dispositivi, ma è praticamente certo che la nuova tecnologia di riconoscimento facciale sarà inserita in dei nuovi dispositivi, tra cui, presumibilmente, anche Project Tango, lo smartphone innovativo che sarà in grado di mappare ambienti interni e fornire delle cartine tridimensionali.   La tecnologia di riconoscimento facciale, invero, non è propriamente una novità, visto che anche una funzionalità di Facebook si basa proprio sul riconoscimento facciale tramite immagini per taggare amici e mettere in contatto le persone sul social network. Tuttavia resta pur sempre una novità per quanto riguarda i dispositivi come gli smartphone e c’è già chi è pronto ad affermare che il lavoro di Movidius si vedrà già nei prossimi Nexus, oltre che nel Project Tango. Naturalmente stiamo parlando di notizie ufficiose e non ufficiali, quindi è chiaro che vanno prese con la dovuta cautela, ma l’elemento più importante consiste nel fatto che la tecnologia sarà integrata a livello di hardware e non di software, e dunque sarà interna allo smartphone del futuro targato Google.     [tweet_box design=”box_07″ float=”none”]La tecnologia di riconoscimento facciale nei nuovi smartphone #Google sarà integrata a livello di hardware[/tweet_box]   Attraverso il CEO dell’azienda, Movidius ha fatto sapere che la sua partnership con Google contribuirà a sviluppare il deep learning, vale a dire l’apprendimento automatico della macchina – dello smartphone – grazie a un sofisticato sistema di intelligenza artificiale capace di simulare il cervello umano. L’elaborazione basata sul riconoscimento delle immagini, peraltro, è già presente in Foto di Google, attraverso il motore di ricerca sul quale si possono digitare alcune parole che poi il sistema comprenderà e organizzerà in base al tema, ma ciò funziona a livello di software, mentre quello che Google e Movidius andranno a fare sarà proprio integrare questa tecnologia a livello di hardware.   [tweet_box design=”box_07″ float=”none”]#Google + #Movidius = deep learning, intelligenza artificiale, riconoscimento facciale[/tweet_box]   Grazie a questa nuova tecnologia, i nuovi smartphone del futuro realizzati da Google daranno vita a molteplici possibilità di utilizzo, sia online sia offline, come ad esempio il riconoscimento di oggetti e le mappature di ambienti interni o esterni, che ad esempio potrebbero risultare molto utili per le persone non vedenti, fungendo sostanzialmente da vero e proprio assistente personale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove tecnologie, Intelligenza artificiale, Smartphone