Google Plaso sarà l’anti Apple Pay?

Sarà Google Plaso il concorrente più agguerrito di Apple Pay? Potremmo scoprirlo molto presto: intanto vediamo cosa starebbe per progettare Big G.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Sarà Google Plaso il concorrente più agguerrito di Apple Pay? Potremmo scoprirlo molto presto: intanto vediamo cosa starebbe per progettare Big G.

Quante volte abbiamo sentito parlare di progetti nati e in via di sviluppo nei laboratori di Big G che però poi non hanno mai visto la luce? Per questo motivo è meglio prendere con cautela l’informazione che Google sta realizzando un sistema di pagamento digitale per fare concorrenza ad Apple Pay, anche se Google Plaso – questo il nome del sistema, che si legge Play-so – potrebbe effettivamente divenire realtà per le elevate prospettive di successo e anche per rimpiazzare un Wallet che non ha mai decollato veramente.  

Cos’è e come funzionerebbe Google Plaso

Google Plaso, dunque, sfiderebbe direttamente e apertamente niente meno che Apple Pay e lo farebbe attraverso due strumenti che ne denotano la sicurezza e i vantaggi: infatti, mentre per Apple Pay è necessario disporre di un iPhone con impronte digitali e il sistema funziona solo con modulo NFC, Google Plaso funziona sì con gli smartphone Android, ma anche tramite Bluetooth, che praticamente si trova su tutti gli smartphone degli ultimi anni.   Il sistema si attiva entrando in un negozio che supporta la funzione: al momento dell’acquisto il cliente dovrà pronunciare solo le proprie iniziali o il proprio nome e il sistema in cassa riconoscerà automaticamente l’acquirente associando il terminale con Google Plaso al nome dell’utente, corredato probabilmente anche di foto che bisognerà inserire al momento dell’iscrizione al servizio. A questo punto il pagamento sarà effettuato in modo digitale accedendo a carte prepagate o altre estensioni di portafoglio elettronico.   Non c’è ancora nessuna chiacchiera sull’uscita di Google Plaso, ma potrebbe essere una svolta per tutti gli utenti Android e forse contrastare seriamente Apple Pay su un terreno spinoso quanto rischioso.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Google, Nuove tecnologie, Apple Pay

Leave a Reply