Google Pixel 4 e 4 XL, funzione Quick Gesture e presentazione il 15 ottobre?

L'attesa sta per finire, ecco nuove indiscrezioni su Google Pixel 4 e 4 XL. Presentazione anticipata?

di , pubblicato il
L'attesa sta per finire, ecco nuove indiscrezioni su Google Pixel 4 e 4 XL. Presentazione anticipata?

Ci siamo, sale l’attesa per i nuove smartphone di Google, stiamo parlando di Pixel 4 e 4 XL, secondo alcuni rumors i due nuovi device potrebbero essere presentati il 15 ottobre, quindi in anticipo rispetto alle uscite ormai tradizionali della casa.

Rumors Google Pixel 4

Stando ad un recente leak riportato da Evan Blass l’attesa si accorcia, i nuovi device di Big G potrebbero arrivare in anticipo rispetto allo scorso anno, con presentazione quindi il 15 ottobre.

La data in questione è stata lanciata tramite un indizio, il famoso leaker infatti ha pubblicato su Twitter una foto del device e il display ritraeva la data in questione, 15 ottobre ore 10. Ora, possiamo magari chiudere un occhio sull’orario, anche perché difficile pensare a una presentazione di mattina presto, anche a dire il vero bisognerebbe capire se si riferisce a qualche particolare fuso orario. Sulla data però sembra un chiaro indizio.

Ma veniamo ora ai rumors relativi alla scheda tecnica del device. Processore Snapdragon 855 (niente Snapdragon 855 Plus dunque) e display da 6,23 pollici con risoluzione 3040×1440 pixel, formato 19:9, 540 ppi, refresh rate 90 Hz. 6 GB di RAM, 64 o 128 GB di memoria interna e due fotocamere posteriori. La versione XL invece di fotocamere posteriori ne avrà addirittura tre.

La fotocamera posteriore principale della versione XL sarà da 12 MP mentre il teleobiettivo sarà da 16 MP. Rumors suggeriscono anche la presenza del Quick Gesture, ovvero la possibilità di effettuare alcune operazioni, come ad esempio interrompere la suoneria della sveglia, senza toccare fisicamente il telefonino, ma semplicemente effettuando un gesto con la mano a distanza. Tale tecnologia, denominata project soli, sarebbe possibile grazie a speciali sensori situati nella parte alta del device. Al momento però non c’è stata ancora nessuna conferma in merito.

Potrebbe interessarti anche Rai e Atos, nuovo accordo su player per contenuti digitali

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.