Google ci dice se ci stanno spiando grazie al software di Pixel 2 XL

Altra grande novità in arrivo da Google, lo smartphone Pixel 2 sarà presto in grado di capire se qualcuno ci sta spiando grazie all'IA.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Altra grande novità in arrivo da Google, lo smartphone Pixel 2 sarà presto in grado di capire se qualcuno ci sta spiando grazie all'IA.

Che fosse uno smartphone per palati fini lo si era intuito, ma ora la tecnologia che Google ha messo al servizio del nuovo Pixel 2 Xl potrebbe essere addirittura rivoluzionaria. Il team di ricercatori di Big G sta lavorando ad un progetto che potrebbe essere un toccasana per coloro che si sentono costantemente gli occhi addosso quando interagiscono con lo smartphone.

Software di Google per scoprire i ficcanaso

Un sistema anti spia è in arrivo, ne sono sicuri in casa Google che stanno lavorando ad un software per lo smartphone Pixel 2. L’algoritmo potenzierà a tal punto il device da permettergli di scoprire se qualcuno ci sta spiando. Il risultato dello studio, condotto dai ricercatori Hee Jung Ryu e Florian Schroff, sarà presentato la prossima settimana da Big G alla conferenza NIPS (Neural Information Processing Systems) che si terrà a Long Beach in California.

Già un video ci ha mostrato come dovrebbe funzionare l’algoritmo in questione. Grazie alla fotocamera dello smartphone, sarà possibile intercettare occhi indiscreti, in pratica il sensore rileverà altri occhi all’interno dell’obiettivo, qualora ci fosse qualcuno alle nostre spalle. Insomma, un’idea tutto sommato semplice, ma forse proprio per questo geniale. Quando interagiamo con lo smartphone, infatti, solo due occhi devono essere rilevati dal sensore, basta che questi sia abbastanza intelligente da riconoscerli.

Leggi anche: Facebook in stile Face ID, presto dovremo fare un selfie per accedere all’account

IA e Google, l’algoritmo intelligente

Riconoscere che si tratti di un occhio e non di un naso è un processo lento e complicato, il machine learning aiuterà l’IA dello smartphone Google ad imparare anche questo. Ormai è questa la tecnica sulla quale si basano tutte le tecnologie dei device con IA, dal Face ID di Apple, al Huawei Mate 10. Non fa naturalmente eccezione il Pixel 2 di Google, considerato il top per quanto riguarda il comparto fotografico, proprio per le sue caratteristiche relative all’intelligenza artificiale.

Gli autori della ricerca garantiscono che il software da loro sviluppato è capace di intercettare uno sguardo furtivo da varie angolazioni e in diverse condizioni di illuminazione ambientale in soli 2 millisecondi. Il tempo è così ridotto perché l’algoritmo di Intelligenza Artificiale risiede sullo smartphone e non richiede alcun “dialogo” con un server esterno, i cosiddetti server cloud. Insomma, a breve avremo un’altra grande caratteristica per lo smartphone Google, che lo renderà ancora più importante di quanto non lo sia già ora.

Leggi anche: Galaxy S9, Samsung propone un trittico in stile Huawei – Rumors caratteristiche e uscita

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Google, Nuove tecnologie, Intelligenza artificiale