Google batte Baumgartner: il record di altitudine di lancio in caduta libera è di Alan Eustace

Il Senior Vice President di Google Alan Eustace ha battuto il record di salto in caduta libera di Felix Baumgartner con un tuffo da ben 41.419 metri di altezza. All'austriaco resta ancora il record di massima velocità raggiunta durante il salto.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Il Senior Vice President di Google Alan Eustace ha battuto il record di salto in caduta libera di Felix Baumgartner con un tuffo da ben 41.419 metri di altezza. All'austriaco resta ancora il record di massima velocità raggiunta durante il salto.

Classe 1957, anni 57, abituati a vederlo in giacca e cravatta – dopotutto è il Senior Vice President di Google – e un’impresa senza sponsorizzazioni né pubblicità. Due anni fa ci siamo tutti incollati al televisore per vedere l’impresa di Felix Baumgartner, lancio in caduta libera con tanto di record di altitudine, velocità e tempo di caduta. Alan Eustace, invece, ha fatto tutto in segreto, con un progetto lungo 3 anni: ha preferito lasciarsi sollevare da un pallone aerostatico invece che farsi incapsulare per ben 41.419 metri di altezza e poi lanciarsi nel vuoto. Questo è successo il 24 ottobre: la notizia, in seguito, ha fatto il giro del mondo.  

Il record di Eustace: quali obiettivi?

Nessun grande sponsor per il record del mondo di Alan Eustace, un tipo a cui piace un sacco il rischio: “E’ stato bellissimo”, ha affermato dopo l’impresa. “Ho potuto vedere l’oscurità dello spazio e gli strati atmosferici, cose che non avevo mai visto in vita mia”.   Per compiere il grande salto, Eustace non si è affidato a multinazionali o a grandi sponsor (ma Google, per certi versi, lo è), bensì ha preferito essere aiutato da un team di ricercatori e professionisti specializzati nella realizzazione di tute spaziali, palloni aerostatici, sistemi di supporto vitale e paracadute, del Paragon Space Development.   Eustace ha così superato il record di altitudine (41.419 metri contro i 39.014 metri di Baumgartner) e di tempo di caduta libera (37 km in 4 minuti e 27 secondi), ma non quello della velocità, che detiene ancora l’austriaco: il Senior Vice President di Google ha infatti stabilito una velocità di soli 1322 Km/h contro i 1357,64 Km/h di Baumgartner.   Il progetto è servito anche a monitorare le condizioni della tuta spaziale utilizzata per l’impresa, la quale potrà essere usata in caso di emergenze durante le missioni spaziali.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Buzz

Leave a Reply