Gli hacker minacciano l’Internet delle cose?

L'Internet delle cose è in pericolo a quanto rivela uno studio di Fortify, divisione security di Hewlett-Packard: in un mondo sempre più connesso, risulta dunque necessario focalizzarsi sulle misure di sicurezza prima che sia troppo tardi.

di Daniele Sforza, pubblicato il
L'Internet delle cose è in pericolo a quanto rivela uno studio di Fortify, divisione security di Hewlett-Packard: in un mondo sempre più connesso, risulta dunque necessario focalizzarsi sulle misure di sicurezza prima che sia troppo tardi.

Torniamo a parlare di sicurezza, che sia nel presente sia nel futuro viene messa in pericolo dagli hacker che potrebbero sfruttare tutte le vulnerabilità presenti nell’Internet delle cose. Ricordando che con Internet delle cose intendiamo tutti quegli oggetti che sfruttano la rete per ottimizzare le proprie funzioni e acquistare un ruolo attivo, uno studio elaborato da Fortify, la divisione di Hewlett-Packard che si occupa di sicurezza, ha informato che circa il 70% dei dispositivi che rientrano nella categoria dell’Internet delle cose è in serio pericolo.   LEGGI ANCHE Telecomunicazioni italiane a rischio sicurezza: privacy in pericolo? Le 10 regole del Garante Privacy per la sicurezza online durante le vacanze estive  

Internet delle cose: quali pericoli?

Secondo lo studio le vulnerabilità che minano l’Internet delle cose sono molteplici; sono stati infatti analizzati tutti i dispositivi più comuni che fanno parte di questa categoria (e si parla di televisori, elettrodomestici, allarmi, etc.) che hanno presentato diverse falle: la maggioranza di questi prodotti, ad esempio, non dispongono di una password sicura, e questo è un problema che riguarda anche altri servizi, come le e-mail e altri servizi online.   Tra le “falle” segnalate figurano anche la memorizzazione di un’informazione sensibile legata ai propri dati personali, uno scambio di dati e informazioni che non avviene in modo criptato e interfacce web che risultano estremamente vulnerabili a eventuali attacchi di virus.   Quanto riportato può essere un serio problema, visto che l’Internet delle cose sta rivoluzionando il nostro modo di vivere e diventerà molto presto prepotentemente presente nelle nostre abitudini. Pertanto, come avvisa Fortify, meglio focalizzarsi sulle misure di sicurezza sin da subito prima di incorrere in problemi più seri in un mondo dove tutto sarà interconnesso sfruttando la rete (stimate 26 miliardi di unità presenti sul mercato entro il 2020) e, allo stesso tempo, dove tutto potrebbe essere in pericolo alla mercé dei malintenzionati.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sicurezza