Galaxy X, lo smartphone pieghevole che non vuole proprio saperne di uscire

Si fa sempre più snervante l'attesa per il primo smartphone pieghevole, ma il Galaxy X di Samsung sembra proprio non volerne sapere di uscire.

di , pubblicato il
Si fa sempre più snervante l'attesa per il primo smartphone pieghevole, ma il Galaxy X di Samsung sembra proprio non volerne sapere di uscire.

Da qualche giorno è silenzio tombale sul Galaxy X, il device pieghevole di casa Samsung che promette di rivoluzionare il mondo degli smartphone. Schermo flessibile che si piega come un foglio di carta e caratteristiche da top di gamma. Ci vorrà molto, forse troppo per realizzare un modello del genere, eppure sembrava tutto ormai pronto.

Smartphone pieghevole, dov’è il Galaxy X?

Sembrava tutto fatto, al CES di Las Vegas l’azienda aveva presentato in gran segreto un prototipo a porte chiuse per gli addetti ai lavori. Qualcosa però deve essere andato storto, non si hanno infatti più notizie in merito a progressi del prodotto che sembrava indirizzato verso le 200.000 piegature e oltre. Samsung però non sembrava soddisfatta e voleva ampliare tale numero. Ma da quando DJ Koh si è espresso sul progetto, tutto tace.

Potrebbe interessarti anche: Spotify premium pirata, l’azienda se ne accorge e manda mail ai furbetti

“Ho bisogno di essere completamente sicuro di poter offrire la migliore esperienza utente quando stiamo lanciando una nuova categoria di prodotti”. Così Koh, CEO di Samsung Mobile, sul Galaxy X. Da quando ha aperto bocca qualche giorno fa, precisamente il 25 febbraio a Barcellona in occasione del MWC 2018, si è scatenato il silenzio più totale sul device flessibile. Non ci sono dunque più notizie in merito al Galaxy X, se non quelle che si possono facilmente intuire da questo atteggiamento. Samsung fa scena muta, quindi il modello è ancora ben lontano dall’essere presentato.

Niente 2019 quindi per lo smartphone più atteso del momento, salvo clamorosi colpi di scena, difficilmente vedremo il Galaxy X nel prossimo anno, dovremo quindi attendere il 2020 per toccare con mano questo gioiello della tecnologia, e chissà che nel frattempo Apple e LG non facciano prima. Da tempo infatti anche loro hanno presentato il progetto brevettandolo. Ad onor del vero però anche loro al momento non sembrano molto vicini ad un prototipo soddisfacente. La faccenda si complica per tutti.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp, abbiamo un’ora per cancellare i messaggi, ma solo su Android

Argomenti: , ,