Fumetti in VR, Square Enix prepara la rivoluzionaria realtà virtuale

Square Enix sta per realizzare un sogno. Arriva Project Hikari, il progetto nipponico che proietta gli appassionati letteralmente nel fumetto grazie al VR.

di , pubblicato il
Square Enix sta per realizzare un sogno. Arriva Project Hikari, il progetto nipponico che proietta gli appassionati letteralmente nel fumetto grazie al VR.

E se anche il futuro del fumetto fosse immerso nella realtà virtuale? Apriamo con un grosso punto di domanda questo articolo che ci proietta nel futuro, ma la risposta è già presente, e ci arriva direttamente da Square Enix, l’azienda giapponese leader del settore.

Fumetti e VR, la carta si anima come in un videogames

Fumetti, videogames, tecnologia, benvenuti nel mondo dei nerd. Square Enix sta per realizzare un sogno. Project Hikari è il nome del lavoro che l’azienda sta mettendo su. Già dall’Oculus Dev Kit 1 del 2013 si parla di tale realizzazione, ma negli ultimi giorni c’è stata l’accelerata per portare il lavoro ad uno step successivo. Nei giorni scorsi è stato presentato il nuovo progetto Tales of the Wedding Rings VR, basato sul fumetto omonimo. Ci sono i prodromi per un grande successo.

Di cosa si tratta? Tales of the Wedding Rings VR è un’esperienza di visione non interattiva in uno spazio virtuale. Non è tanto un fumetto virtuale, ma un film animato VR 3D incorniciato come un fumetto. Square Enix utilizza prevalentemente questi pannelli a fumetti che il team chiama “pannelli in tensione”. Sono sagomati e utilizzati come pannelli da fumetto, ma ricreano un montaggio simile ad un film spostando inquadrature e scatti di scena senza che lo spettatore si sposti. Il tutto, naturalmente, con un effetto tridimensionale.

Leggi anche: Occhiali intelligenti, Olympus propone i suoi Google Glass, ma il web è deluso

Lo spettatore all’interno del fumetto

Lo spettatore non è più lettore come nel fumetto classico, ma nemmeno spettatore passivo come nel cinema, bensì attivo. L’utente infatti si trova praticamente immerso nel fumetto stesso. Ad esempio, può guardarsi liberamente intorno nelle location del fumetto, poi all’occorrenza appare un pannello che introduce i personaggi davanti a lui, i quali interagiscono seguendo ovviamente la sceneggiatura delle tavole.

Stiamo parlando di un lavoro che potrebbe vedere la luce nel 2018, non si conoscono però ancora le intenzioni di Square Enix in merito a prezzo e piattaforme utilizzate. Quel che è certo è che il progetto è di grande impatto e si adatta in maniera geniale con lo stile classico dei fumetti, manga o altri che siano.

Leggi anche: Be, lo spazzolino del futuro che funziona con l’energia cinetica

Argomenti: ,