For Honor sta arrivando: i 5 punti di forza del nuovo picchiaduro-MOBA di Ubisoft

For Honor è il nuovo action fighting game in arrivo sugli scaffali dei negozi il 14 febbraio. Scopriamo insieme quali sono i suoi punti di forza

di , pubblicato il
for honor

Nella storia vichinghi, samurai e cavalieri non si sono mai incontrati, ma si incontreranno invece nel videogioco For Honor. E lo faranno per darsele di santa ragione. Nel nuovo videogioco sviluppato da Ubisoft, in uscita il 14 febbraio per Xbox One, PlayStation 4 e PC, il giocatore potrà infatti vestire i panni di uno di questi mitici guerrieri e combattere contro gli altri giocatori all’interno di arene medievaleggianti dal gusto epico.

Un titolo molto particolare, che a nostro modo di vedere ha diversi motivi per cui vale la pena comprarlo. Eccoli di seguito.

Leggi anche Pillars of Eternity 2 si farà, raccolti più di 1,5 milioni: tutti i dettagli sul nuovo gdr.

For Honor – Molto più di un semplice picchiaduro

Dire che For Honor è un picchiaduro è un po limitativo. Il nuovo titolo firmato Ubisoft è sì un fighting game, ma offre un tipo di esperienza molto più aperta sia dal punto di vista degli ambienti di gioco che delle possibilità belliche. Per questo motivo in molti addetti ai lavori lo hanno definito un picchiaduro-MOBA ( Multiplayer Online Battle Arena). In For Honor infatti si potrà affrontare fino a quattro combattenti avversari con altrettanti compagni d’arme, all’interno di ambienti aperti e vasti e non semplici arene molto ristrette, come i tradizionali picchiaduro. Inoltre il nuovo arrivato della software house francese frutta il combat system Arte della Guerra.

Vichinghi, Samurai e Cavalieri

Il roster è senza dubbio uno degli aspetti più interessanti di questo For Honor. Dove trovate un videogioco che vi permettere di combattere con vichinghi, samurai e cavalieri? Inoltre ogni giocatore potrà personalizzare e potenziare il proprio personaggio.

For Honor – 12 eroi in cerca di autore

Le tre fazioni offrono quattro classi di personaggio: l’avanguardia, la più equilibrata, assassino, veloce e silenzioso ma che infligge pochi danni, il personaggio pesante, resistente e che infligge molti danni ma ovviamente è il più lento. Infine ci sono gli ibridi, una combinazione fra i tre tipi di classi appena citate.

Ecco Apocalypse Now potrebbe diventare un videogioco: raccolta fondi su Kickstarter.

Le tre classi cambiano ovviamente da una fazione all’altra, in quanto il giocatore avrà la possibilità di scegliere fra eroi caratterizzati da skill uniche e non fra archetipi anonimi. Gli eroi della fazione Cavalieri sono Guardiano, Conquistatore, Pacificatrice e Lawbringer della fazione Samurai sono Kensei, Orochi, Shugoki e Nobushi e, infine, della fazione Vichinghi sono Razziatore, Berserker, Condottiero e Valkyrie.

Le modalità di gioco multiplayer

Nella modalità multiplayer For Honor offre 5 modalità di gioco: Dominio, un 4vs4 in cui in cui vince chi riesce a conquistare determinate aree della mappa; Duello, dove due i guerrieri si devono sfidare all’ultimo sangue; Rissa, un 2vs2  in cui si deve eliminare l’eroe avversario; Eliminazione, che è in pratica un 4vs4 in cui vince l’ultimo che resta in vita e, infine, Schermaglia, un deathmatch a squadre classico.

For Honor – Campagna, single player e cooperativa in 2

For Honor non è un titolo only multiplayer ma offre anche una modalità campagna, affrontabile anche in cooperativa con un altro compagno. Il giocatore potrà prendere parte ad alcune epiche ed imponenti schermaglie, come assalti a imponenti castelli, in cui vestirà i panni degli eroi di tutte e tre le fazioni.

Infine potrebbe interessarti anche Mass Effect Andromeda è stupendo: storia, gameplay e funzionalità multiplayer (video).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,