Fire Phone flop: e Amazon licenzia gli ingegneri. Quale futuro per i suoi dispositivi mobile?

Amazon licenzia gli ingegneri responsabili dello sviluppo del Fire Phone e riorganizza il Lab126: tutto rimandato a data da destinarsi?

di Daniele Sforza, pubblicato il
Amazon licenzia gli ingegneri responsabili dello sviluppo del Fire Phone e riorganizza il Lab126: tutto rimandato a data da destinarsi?

C’era una volta uno smartphone che avrebbe dovuto segnare la via: il suo nome simulava un incendio, provocato da quello stesso fuoco che avrebbe dovuto infiammare i cuori degli utenti. Il suo nome era Fire Phone e a produrlo nientemeno che un colosso come Amazon. Caratteristiche particolari, prezzo competitivo e una garanzia di nome Amazon, però, non sono bastati a incendiare i cuori nemmeno di chi su Amazon compra cose ogni giorno. E alla fine Fire Phone si è trasformato in un flop. Che forse per alcuni era anche prevedibile. Ma non per Amazon che, secondo indiscrezioni del Wall Street Journal, avrebbe licenziato in toto gli ingegneri responsabili dello sviluppo del suo smartphone di punta – quello che poi si è rivelato essere uno smartphone di tacco.   Sono solo rumors e non c’è nulla di ufficiale e né di eclatante, a dire il vero, visto che stiamo parlando di logiche interne all’azienda, ma a quanto pare il Lab126 di Amazon, quello che si occupa di produrre hardware per l’azienda, sta subendo una considerevole riorganizzazione. Fire Phone non ha riscosso lo stesso successo ottenuto dai numerosi Kindle Reader che si sono succeduti nel corso degli anni, e ciò significa solo una cosa: forse i tempi sono ancora immaturi, oppure semplicemente questo settore non fa ancora per Amazon. Via dunque i progetti innovativi, almeno per il momento, perché il mercato non è ancora pronto.   Tra i progetti del Lab126, infatti, spiccavano un tablet da 14 pollici chiamato Cairo, una penna intelligente capace di convertire la scrittura a mano nella scrittura digitale e che si chiamava Nitro e un proiettore di nome Shimmer. Sono tutti progetti, questi, destinati ad andare in pensione? Non proprio. Secondo le stesse fonti pare che – così come nuovi smartphone – siano solo rimandati a data da destinarsi. Lavori rallentati, dunque, ma non conclusi definitivamente. Anche perché Fire Phone non è stato il cambiamento che Jeff Bezos aveva annunciato appena 1 anno fa. C’è bisogno quindi di riflettere, di ragionare sul da farsi, di capire i trend del mercato e se vi è la possibilità di aspirare a grandi palcoscenici. Per il momento, comunque, la risposta è una sola: ancora no.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Smartphone

Leave a Reply