Fintech, CRIF investe nel digital scoring di Fido

L'azienda bolognese CRIF investe nel digital scoring di Fido.

di , pubblicato il
startup

Importante investimento nel mondo del fintech, con la bolognese CRIF che punta su Fido. La prima è una società esperta in soluzioni digitali per l’open banking, oltre che specializzata in credit bureau e informazioni commerciali. La milanese Fido Srl invece è un importante fornitore di digital scoring.

Fintech, CRIF investe in Fido

Ha fatto colpo l’iniziativa di Fido di creare la prima piattaforma in Europa in grado di aumentare la capacità di valutare il merito di credito dei consumatori. Tale processo è consentito grazie al digital scorni, che è per l’appunto l’analisi dei segnali digitali attraverso l’apprendimento automatico (machine learning) quindi l’intelligenza artificiale. Con questo investimento CRIF vuole contribuire alla crescita della fintech milanese. Un investimento che conferma la volontà dell’azienda bolognese il suo impegno nei servizi digitali per PMI e consumatori.

Ma come funziona il digital scoring di Fido? L’attività in questione si basa sulla raccolta delle attività digitali degli utenti. Qualora questi ultimi acconsentano a a condividere tale attività durante la loro navigazione sul web, a quel punto Fido fornisce loro una serie di informazioni atte a migliorare tutta una serie di azioni, come ottenere offerte migliori, accedere più facilmente al credito, ma anche prevenire le frodi. Naturalmente, rimane un must la valutazione del merito di credito.

CRIF sempre più fintech

Le capacità AI di Fido quindi si rivelano essere particolarmente interessanti a livello finanziario, e CRIF ne ha rilevato subito il potenziale. Con il digital scoring infatti è possibile analizzare ed elaborare i dati non sfruttati al fine di avvicinare i consumatori non bancarizzati, che non avrebbero quindi possibilità di accedere ai servizi di credito, ai sistemi di credito, grazie appunto ai loro segnali digitali.

Ecco le parole di Enrico Lodi, Managing Director, CRIF Digital Services: “L’investimento di CRIF in Fido conferma il suo impegno a semplificare la vita dei consumatori e delle PMI sfruttando l’intera serie di soluzioni raggruppate nell’offerta CRIF Digital. Crediamo che questa collaborazione con Fido rafforzerà ulteriormente l’offerta CRIF Digital negli oltre 40 paesi in cui CRIF opera nel mondo”.

Chiudiamo infine con le parole di Marko Maras, CEO di Fido: “Fido aiuta le aziende di qualsiasi settore a valutare il merito di credito con l’utilizzo di nuovi tipi di dati provenienti dall’impronta digitale che gli utenti lasciano durante la navigazione online. Siamo molto contenti che un leader di mercato globale come CRIF abbia riconosciuto il valore distintivo della nostra tecnologia di scoring e gli diamo il benvenuto tra i nostri azionisti“.

Potrebbe interessarti anche Google Career Certificates anche in Italia, arrivano i corsi digitali di Big G

Argomenti: