FIFA 16: cosa ci ha detto la demo e quali sono le ultime novità

Abbiamo provato la demo di FIFA 16 e vi riveliamo cosa ci ha detto. Inoltre ecco le ultime novità di uno dei videogiochi di calcio più attesi dell'anno.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Abbiamo provato la demo di FIFA 16 e vi riveliamo cosa ci ha detto. Inoltre ecco le ultime novità di uno dei videogiochi di calcio più attesi dell'anno.

Ci siamo: la sfida videoludica calcistica dell’anno è appena cominciata. Esattamente oggi, 18 settembre 2015, visto che nei principali negozi potrete trovare sugli scaffali la copia di Pro Evolution Socer 2016. Per FIFA 16 invece dobbiamo aspettare ancora un po’, ma nel frattempo noi abbiamo provato la demo. La demo ovviamente non è da prendere come oro colato, visto che nella versione definitiva del gioco ci saranno altri miglioramenti e alcuni aspetti saranno ottimizzati, ma possiamo già ammettere che il risultato è di qualità, ampiamente soddisfacente. Inoltre sono emerse altre informazioni e novità sull’elenco definitivo dei campionati disponibili nel gioco, oltre alla lista dei talenti emergenti, ovvero quei giovani giocatori a cui, in modalità carriera, dovremo dare un occhio di riguardo.  

Cosa ci ha detto la demo di FIFA 16

FIFA 16 è un bel gioco, anche se nella demo abbiamo visto alcuni difetti – o pregi, è soggettivo – che permangono a nostro avviso, così come molti altri elementi positivi. Si apre subito con un Clasico, Barcellona-Real Madrid, solo per farci vedere com’è giocare con due squadre piene di fuoriclasse. Barcellona-Real Madrid anche per vedere lo straordinario aspetto grafico su cui Electronic Arts ha lavorato sodo per darci l’impressione di vivere una partita vera, così come per offrirci la fisionomia di Messi, Ronaldo e gli altri il più completa, precisa e dettagliata possibile. Il gameplay sembra decisamente migliorato rispetto alla versione precedente, con un’intelligenza artificiale più o meno completa in ogni reparto e la possibilità di manovrare azioni difensive e offensive durante le fasi di gioco.   Il realismo grafico è impressionante sia sul campo, sia sugli spalti: finte, tackle, il pallone che gonfia la rete, le espressioni e le esultanze dei giocatori e della folla sugli spalti sono rese molto bene, così come la telecronaca – ma nella demo è quella inglese – tutti fattori che hanno dato ampi segni di incoraggiamento. Oltre alla fisionomia dei giocatori, infatti EA ha lavorato per conferire maggiore realismo ai movimenti e ai comportamenti dei giocatori che manovriamo. Una delle novità più interessanti di FIFA 16 è rappresentata dall’introduzione delle nazionali femminili di calcio: non potevamo non provarle. Nella demo però è possibile solo uno scontro tra Germania e Stati Uniti. Anche qui EA Sports ha fatto il suo e lo ha fatto anche molto bene: si nota subito la differenza tra una partita tra squadre femminili e una tra squadre maschili. I movimenti, il gioco, le esultanze e anche la fisionomia delle giocatrici disponibili è assolutamente perfetta.   Veniamo ora ai difetti, che sono più o meno quelli di sempre: un po’ riguardano i portieri, un po’ riguardano quell’effetto che secondo noi rende irrealistiche certe scene di gioco, dando l’impressione che la sfera diventi improvvisamente leggera come una pallina di ping pong, schizzando di qua e di là, come quando un portiere respinge la palla lanciata in un’azione offensiva, che spesso finisce in palla laterale o viene spinta troppo verso l’alto. Calcio spettacolo? No, calcio irrealistico. Ma questa, ovviamente, è solo una opinione.  

Le ultime novità su FIFA 16

Electronic Arts ha comunicato la lista definitiva dei campionati disponibili su FIFA 16. Troviamo infatti i seguenti campionati:

  • Argentina
  • Australia
  • Austria
  • Belgio
  • Cile
  • Colombia
  • Danimarca
  • Inghilterra (Barclays Premier League, Football League Championship, Football League 1, Football League 2)
  • Francia (Ligue 1, Ligue 2)
  • Germania (Bundesliga 1, Bundesliga 2)
  • Italia (Serie A, Serie B)
  • Corea del Sud
  • Messico
  • Olanda
  • Norvegia
  • Polonia
  • Portogallo
  • Irlanda
  • Russia
  • Arabia Saudita
  • Scozia
  • Spagna (Liga BBVA, Liga Adelante)
  • Svezia
  • Svizzera
  • Turchia
  • Stati Uniti
  • Resto del mondo (squadre brasiliane licenziate da quest’anno, non accadeva dal 2013)
  • Nazionali maschili
  • Nazionali femminili

  EA ha comunicato anche la lista definitiva e completa dei giovani talenti da tenere d’occhio qualora si affronti la modalità Carriera. Tra questi troviamo Dybala e Rugani della Juventus, Romagnoli del Milan, Keita Balde della Lazio, Mastour del Milan (ma passato al Malaga), Origi del Liverpool e Jedvaj del Bayer Leverkusen. FIFA 16 uscirà il 24 settembre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Videogiochi, Anteprime