Recensione FIFA 14: pregi e difetti

FIFA 14 vince anche quest'anno la sua eterna sfida con PES 2014? Analizziamo FIFA 14 con questa breve recensione, analizzandone i principali pregi e difetti

di Daniele Sforza, pubblicato il
FIFA 14 vince anche quest'anno la sua eterna sfida con PES 2014? Analizziamo FIFA 14 con questa breve recensione, analizzandone i principali pregi e difetti

Di PES 2014 abbiamo già parlato, non potevamo dunque non parlare anche del suo più diretto rivale, FIFA 14, con questa recensione che ne analizzerà pregi e difetti. Che FIFA 14 sia il miglior titolo sportivo (calcistico) dell’anno è davvero indiscutibile? Anche quest’anno, nonostante i notevoli miglioramenti adottati in Pro Evolution Soccer, la sfida sembra vincerla il gioco targa EA Sports.

Per diverse ragioni: innanzitutto perché FIFA non ha voluto aspettare il prossimo anno per realizzare una versione per le console next-gen Playstation 4 e Xbox One di prossima uscita. Secondo poi perché le modalità non hanno subito drastici mutamenti, semmai miglioramenti che hanno reso FIFA 14 ancora più fluido e interessante. Infine, perché (ma solo nelle console next-gen) c’è un nuovo motore grafico che potenzia la grafica del gioco, senza che questo venga sprecato nelle console di vecchia generazione.

Andiamo a vedere i principali pregi e difetti di FIFA 14

 

LEGGI ANCHE

FIFA 14 vs PES 2014: qual è il migliore?

 

Recensione FIFA 14: modalità e interfaccia

FIFA 14 si caratterizza per le interessantissime modalità che da sempre lo contraddistinguono: niente cambiamenti rispetto allo scorso anno. Si potrà dunque scegliere tra le modalità Ultimate Team, Carriera, Match of Day, Pro Club, Amichevoli, Stagioni, FIFA Interactive World Cup

Una nuova interfaccia più fluida e pratica ci indirizza verso una più semplice gestione del gioco: la modalità Carriera subisce così dei notevoli miglioramenti, soprattutto per ciò che concerne la ricerca dei nuovi talenti, più di ampio respiro, più realistica nel momento in cui gli scout si mettono alla ricerca di talenti reali e non solo di giovani pupilli dai nomi fittizi. 

Subisce qualche piccolo miglioramento anche la modalità più amata dai fan di FIFA, ovvero Ultimate Team, risultando sempre più accattivante per chi ama costruire la squadra dei propri sogni (grazie all’accumulo crediti). 

 

Recensione FIFA 14: gameplay

Sul piano del gameplay di FIFA 14 ci sono alcune novità interessanti, come il Variable Dribble Touch, che consente alla palla di staccarsi letteralmente dal calciatore: se prima i due elementi rappresentavano un corpo unico, oggi sono due corpi distinti a cui bisogna prestare un bel po’ d’attenzione durante l’azione di gioco, visto che il dribbling, così come il controllo della palla, risulteranno più difficili. Da questo trae vantaggio la strategia, che vi consentirà di organizzare le vostre azioni offensive non più in maniera “casuale”, bensì più ragionata, concentrandosi sul gioco di squadra, sulle tattiche da improntare e sulle azioni e i movimenti della squadra avversaria. 

Tutto ciò si deve al miglioramento dell’intelligenza artificiale che ha contribuito a rendere ancora più realistica e professionale il comparto difensivo: a patto che la squadra avversaria non batta un calcio d’angolo. In quel caso i buchi difensivi sono enormi e le probabilità di subire goal sono di circa l’80%. Un po’ meno realistico rispetto al resto, ma sul difetto EA ha già sistemato la questione, rilasciando un aggiornamento che dovrebbe aver risolto il difetto. 

Un altro bug riguarda il sistema Pure Shoot, che consente di calibrare i tiri da lontano puntando sulla potenza e la precisione, soprattutto se stiamo manovrando i soliti fuoriclasse. Il difetto consiste che andare in rete sembra troppo facile, ma l’aggiornamento rilasciato da EA dovrebbe aver risolto anche questo problema. 

Altro difetto di FIFA 14 è rappresentato dalla somiglianza dei giocatori virtuali a quelli reali. Colpa di un motore grafico spremuto al massimo, ma che comunque fa quel che può. Sul discorso si dovrebbe tornare quando usciranno le console di nuova generazione, su cui, ne siamo sicuri, Ignite farà la sua parte. 

 

Recensione FIFA 14: licenze

FIFA fa sempre il suo egregio lavoro per quanto riguarda le licenze, visto che ci sono i principali campionati europei, sudamericani e perfino il campionato sud-coreano. Sotto l’aspetto delle licenze FIFA non ha mai deluso (a differenza di qualcun altro) e non ci delude neppure FIFA 14. 

 

Recensione FIFA 14: telecronaca e stadi

Effetti stadio più realistici, ma per ciò che concerne la telecronaca si rischia di diventare un po’ nervosi, vista la monotonia e la mancanza di novità che rende le voci di Caressa e Bergomi a volte davvero insopportabili. Nulla di preoccupante: se si vuole evitare, si può benissimo disattivare la telecronaca e lasciare sullo sfondo gli effetti dello stadio. Dopotutto, un vero allenatore sente solo quelli. E a proposito di stadi, non possiamo non segnalare il realismo che imperversa i principali stadi del mondo e a cui i tipi di FIFA 14 sembrano aver lavorato davvero tanto, come del resto anche l’anno scorso, per riprodurli fin nel minimo dettaglio. 

 

Recensione FIFA 14: conclusioni

FIFA 14 esce davvero vincitore quest’anno rispetto al suo più diretto concorrente, PES 2014? Secondo noi è ancora troppo presto per dirlo: i bug che abbiamo evidenziato sono un po’ fastidiosi e sembra di rivedere i vecchi FIFA, quando bastava tirare da lontano per impensierire il portiere o fare goal. Detto questo, FIFA 14 si candida sicuramente come miglior titolo sportivo (calcistico) dell’anno, soprattutto nella versione per PS4 e Xbox One

 

AGGIORNAMENTO 1 – Patch 1.03 disponibile per PC: quali bug risolve?

La patch 1.03 di FIFA 14 è disponibile per PC e presto arriverà anche su Playstation 3 e Xbox 360, oltre che per le console next-gen Xbox One e Playstation 4. Quali bug risolve tale patch? Ecco una panoramica in sintesi degli errori risolti dalla patch: 

  • crash sul menu principale
  • blocco quando si comparano i calciatori
  • lag modalità Carriera
  • problemi modalità Ultimate Team
  • problemi divise
  • problemi audio
  • aggiunte divise ufficiali Bahia

 Tuttavia, molti utenti hanno segnalato che la patch non risolve pienamente tutti i problemi. Le versioni rilasciate dagli utenti che si trovano in giro sul web risultano infatti discordanti, tra chi premia il buon esito dell’aggiornamento e chi afferma deluso che non è cambiato nulla.  

 

AGGIORNAMENTO 2 – FIFA 14: aggiornamento per Xbox One in arrivo

Così come per PS4, è in arrivo anche per Xbox One l’atteso aggiornamento di FIFA 14, che risolverà alcuni elementi del gioco. Ecco di seguito i miglioramenti che saranno apportati: 

  • problemi di stabilità nei match online; 
  • problematiche nell’accesso a determinate funzioni online; 
  • introdotta la possibilità di modificare l’angolazione della telecamera nella modalità Portiere; 
  • miglioramenti nelle angolazioni di alcuni stadi per migliorare e ottimizzare il gameplay; 
  • bug legati agli inviti alle partite; 
  • miglioramenti apportati su alcuni comandi vocali Kinect globali. 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

PES 2014, Recensione: l’anti-FIFA convince davvero?

 

Vi rimandiamo alla recensione di cui sopra per valutare cosa sia meglio tra PES 2014 e FIFA 14. Se invece avete già una risposta, non esitate a lasciarci la vostra opinione.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Recensioni, Recensioni videogiochi, Videogiochi, Famiglie